Apri il menu principale

Lois Wilson

attrice statunitense
Lois Wilson nel 1924.
Foto della Library of Congress

Lois Wilson (Pittsburgh, 28 giugno 1894Reno, 3 marzo 1988) è stata un'attrice statunitense. Una delle più note attrici del cinema muto, che caratterizzò il suo personaggio come quello della "ragazza della porta accanto", la sposa ideale, dolce e sensibile.

Dopo aver vinto un concorso di bellezza (quello che in seguito avrebbe preso il nome di Miss Alabama, esordì nel cinema nel 1915. La sua carriera di attrice è poi proseguita fino agli anni cinquanta, quando è passata a lavorare per la televisione. Ha partecipato anche alla soap opera Sentieri.

BiografiaModifica

 
Lois con la sorella Constance (1921)

Nata in Pennsylvania, a Pittsburgh, Lois Wilson si trasferì da bambina con la famiglia in Alabama. Laureatasi all'Alabama Normal College (diventato poi University of West Alabama), cominciò a insegnare. Andò a vivere in California nel 1915, quando vinse un concorso di bellezza indetto dall'Universal Studios e dal giornale Birmingham News. Il concorso preannunciava il futuro concorso di Miss Alabama, ed è considerato come la sua prima edizione effettiva. A Hollywood, Lois Wilson prese parte ad alcuni film, in piccoli ruoli.

Esordì nel 1915, quando diresse e interpretò il corto The Hypocrite. In The Dumb Girl of Portici, lavorò accanto alla grande ballerina Anna Pavlova che, nella sua carriera, girò solo questo film.

Carriera cinematograficaModifica

Nel 1919, venne messa sotto contratto dalla Paramount, studio presso il quale restò fino al 1927. Nel 1922, la giovane attrice entrò nell'elenco delle vincitrici della prima edizione del WAMPAS Baby Stars, un premio che segnalava le migliori promesse dell'anno. Nel 1923, ricoprì uno dei suoi migliori ruoli interpretando Molly Wingate ne I pionieri di James Cruze[1]. Nel 1926, è Daisy Buchanan nella versione muta di The Great Gatsby accanto a Warner Baxter, un film diretto da Herbert Brenon. Tra i suoi partner sullo schermo, ci furono anche Rodolfo Valentino e John Gilbert.

Il suo ultimo film, Lois Wilson lo girò nel 1949 per la Warner Bros., una commedia il cui interprete principale, insieme a Virginia Mayo, è il futuro presidente Ronald Reagan. Nei primi anni cinquanta, passò alla televisione, prendendo parte ad alcune serie tv. La sua ultima partecipazione è in Sentieri, nel 1952. Nella sua carriera, girò 150 film per il cinema e 6 film per la tv.

Vita privataModifica

Benché fosse sempre stata designata dalla stampa e dalla pubblicità degli studio come la ragazza da marito ideale, Lois Wilson non si sposò mai. Per l'Esposizione dell'Impero Britannico del 1924, l'attrice venne scelta dalla Paramount per rappresentare l'industria cinematografica USA, definita a typical example of the American girl in character, culture and beauty (un tipico esempio di ragazza americana nel carattere, cultura e bellezza).

Aveva due sorelle più giovani di lei: l'attrice Diana Kane (1901-1977), che era stata sposata con il regista George Fitzmaurice, e Connie Lewis (1904-1968), che apparve in un solo film, A che prezzo Hollywood? del 1932[2].

Morì di polmonite il 3 marzo 1988 al Riverside Hospital for Skilled Care di Reno, in Nevada, all'età di 93 anni[1]. Venne sepolta nel Forest Lawn Memorial Park a Glendale[3].

RiconoscimentiModifica

FilmografiaModifica

La filmografia è completa. Quando manca il nome del regista, questo non viene riportato nei titoli[4]

AttriceModifica

TvModifica

  • The Aldrich Family, serie tv (1949)
  • The Married Look, episodio tv di The Ford Theatre Hour (1950)
  • The Diet, episodio tv di Armstrong Circle Theatre (1950)
  • The Girl with the Stop Watch, episodio tv The Philco Television Playhouse (1953)
  • The Secret Storm, serie tv (1954)
  • The Guiding Light, episodio tv di Sentieri (1954/1955)

Film e documentari dove appare Lois Wilson (parziale)Modifica

RegistaModifica

SceneggiatriceModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN58146357 · LCCN (ENn87896260 · WorldCat Identities (ENn87-896260