Lonchorhina

genere di pipistrelli
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lonchorhina
Lonchorhina.jpg
Lonchorhina aurita
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Phyllostomidae
Sottofamiglia Phyllostominae
Genere Lonchorhina
Tomes, 1863
Specie

Vedi testo

Lonchorhina (Tomes, 1863) è un genere di pipistrelli della famiglia dei Fillostomidi.

DescrizioneModifica

DimensioniModifica

Al genere Lonchorhina appartengono pipistrelli di piccole e medie dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 51 e 74 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 41 e 59 mm, la lunghezza della coda tra 32 e 69 mm e un peso fino a 19 g.[1]

Caratteristiche craniche e dentarieModifica

Il cranio presenta una scatola cranica elevata, un rostro corto con una concavità alla sua base tra le orbite. Gli incisivi superiori interni sono larghi, piatti e appuntiti, quelli esterni più piccoli. Gli incisivi inferiori sono piccoli e piatti. I canini sono piccoli, il primo premolare è ridotto.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 2 1 2 2 1 2 3
3 3 1 2 2 1 3 3
Totale: 34
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

AspettoModifica

 
Illustrazione della parte posteriore di Lonchorhina

Il colore generale del corpo è bruno-rossastro chiaro, in alcune specie più chiaro nelle parti ventrali. Il muso è corto ed elevato, con una foglia nasale eccezionalmente lunga e lanceolata, con due fosse circondate da escrescenze carnose alla sua base. Sul labbro inferiore è presente un cuscinetto liscio e carnoso triangolare. Le orecchie sono lunghe, larghe, appuntite e separate. Il trago è lungo circa la metà del padiglione auricolare ed ha due incavi alla base posteriore. Le ali sono attaccate posteriormente sulla caviglia. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio. Il calcar è lungo circa quanto il piede.

DistribuzioneModifica

Il genere è diffuso in America Centrale e meridionale.

TassonomiaModifica

Il genere comprende 5 specie.[2]

NoteModifica

  1. ^ Novak, 1999.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lonchorhina, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

BibliografiaModifica

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898
  • Alfred L. Gardner, Mammals of South America, Volume 1: Marsupials, Xenarthrans, Shrews, and Bats, University Of Chicago Press, 2008. ISBN 9780226282404
  • Fiona A. Reid, A field guide to the Mammals of Central America and Southeast Mexico, Oxford University Press, 2009. ISBN 9780195343236

Altri progettiModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi