Apri il menu principale

Lophonetta specularioides

specie di animale della famiglia Anatidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Anatra crestata
Lophonetta specularioides -Puerto Natales, Patagonia, Chile-8.jpg
Lophonetta specularioides
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Anatini
Genere Lophonetta
King, 1828
Specie L. specularioides
Nomenclatura binomiale
Lophonetta specularioides
(King, 1828)
Sinonimi

Anas specularioides

L'anatra crestata (Lophonetta specularioides (King, 1828)) è un uccello sudamericano della famiglia degli Anatidi. È l'unica specie del genere Lophonetta.[2]

Indice

DescrizioneModifica

La lunghezza totale è di 51 a 61 cm. I maschi, più grandi delle femmine, pesano circa 1.100-1.200 grammi. È una specie particolarmente aggressiva, con un canto simile a un latrato, presenta una coda appuntita, di colore bruno-ocra maculato, groppone e ventre più chiaro. Presenta un'ampia corona (eccetto la fronte) e una lieve cresta scura sulla nuca. Colorazione modesta tranne che in volo dove è possibile osservare lo specchio alare violaceo e bianco. Iride rossa. La femmina si differenzia perché possiede la coda meno appuntita.

Distribuzione e habitatModifica

Vive nei laghi, nelle paludi e nei fiumi del Cile, dell'Argentina, del Perù e della Bolivia.[1]

BiologiaModifica

RiproduzioneModifica

Depone da cinque a otto uova color crema. L'incubazione dura circa 30 giorni.

AlimentazioneModifica

Si ciba di invertebrati, artropodi e molluschi, ma anche di alghe e piante acquatiche.

TassonomiaModifica

Sono note due sottospecie:[2]

ConservazioneModifica

L'anatra crestata è considerata dalla IUCN Red List come specie a basso rischio (Least Concern).[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2012, Lophonetta specularioides, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Anatidae, in IOC World Bird Names (ver 9.1), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 5 maggio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli