Apri il menu principale

Lorenzo Camerano

biologo, entomologo e erpetologo italiano
Lorenzo Camerano

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XXIII

Dati generali
Professione Docente Universitario

Lorenzo Camerano (Biella, 9 aprile 1856Torino, 22 novembre 1917) è stato un biologo, entomologo ed erpetologo italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Biella nel 1856, dopo un periodo di studi a Bologna si trasferì a Torino diplomandosi al Liceo Classico Vincenzo Gioberti. Tra il 1871 e il 1873 fu allievo del pittore Fontanesi presso l'Accademia Albertina, ed iniziò quindi a collaborare come disegnatore con il Museo di Zoologia di Torino, allora diretto da Michele Lessona. Il fascino esercitato dalla personalità del naturalista spinse Camerano ad iscriversi all'Università di Torino presso la quale nel 1878 si laureò in scienze naturali. Ottenne poi in qualità di assistente l'affidamento di vari insegnamenti, tra i quali entomologia, anatomia degli insetti ed embriologia, e nel 1880 venne nominato docente universitario.

Sposò quindi Luigia, la figlia del Lessona, alla cui famiglia Camerano era legato fin dalla giovinezza da vincoli di amicizia.

Nel 1889 fu chiamato a insegnare zoologia e anatomia presso l'Università di Cagliari ma fece presto ritorno a Torino dove tra il 1890 e il 1915 ricoprì l'incarico di professore straordinario di anatomia comparata e quello di direttore del Museo di anatomia della locale università. Tra il 1907 e il 1910 fu rettore dell'ateneo del capoluogo piemontese;[1] il 4 aprile del 1909 fu nominato senatore del Regno d'Italia.[2] Appassionato di montagna, fu anche presidente del Club Alpino Italiano dal 1910 al 1916.

 
Rana lessonae, una delle specie descritte da Lorenzo Camerano

OnorificenzeModifica

OpereModifica

Oltre che autore di centinaia di pubblicazioni di argomento naturalistico fu un valido organizzatore dell'attività scientifica piemontese e fondò, tra l'altro, il Bollettino dei Musei di Zoologia ed Anatomia comparata della Regia Università di Torino e un Istituto di Biologia Marina che ebbe sede a Rapallo. Camerano fu inoltre un convinto sostenitore delle idee evoluzionistiche e fu socio di varie istituzioni scientifiche sia italiane che estere. [1]

Forme di vita descritteModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Scheda biografica redatta da Guido Badino, on-line sul sito www.torinoscienza.it Archiviato l'11 ottobre 2007 in Internet Archive. (URL consultata il 28-8-2009)
  2. ^ Sito del Senato italiano notes9.senato.it/ (URL consultata il 28-8-2009).

BibliografiaModifica

  • La Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di Torino, 1848-1998, a cura di C.S. Roero, Torino, Deputazione Subalpina di Storia Patria, 1999
  • Baccio Baccetti, CAMERANO, Lorenzo, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 17, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1974. URL consultato il 24 luglio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN94116942 · ISNI (EN0000 0000 6573 5201 · SBN IT\ICCU\RAVV\075663 · LCCN (ENno2013096608 · GND (DE116433361 · BNF (FRcb11643552h (data) · NLA (EN36015999 · BAV ADV12574600 · CERL cnp01078659
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie