Lorenzo Lippi da Colle

poeta e letterato italiano

Lorenzo Lippi (Colle Val d'Elsa, 1440 circa – Pisa, 1485) è stato un poeta e letterato italiano, professore di lettere all'Università di Pisa.

BiografiaModifica

Nato a Colle di Val d'Elsa intorno al 1440 [1] da un notaio di nome Giovanni [2] o da un certo Ser Giampiero [3] fece i suoi studi a Firenze dove frequentò il cenacolo di Lorenzo de' Medici detto il Magnifico, e dove si presume abbia goduto dell'amicizia del suo concittadino Bartolomeo Scala [4]. Nel 1473, in occasione della riapertura voluta da Lorenzo de' Medici dello studium pisano, Lippi pronunziò un'orazione pubblica [5]. Nel 1478 diventò professore di lettere nella Università di Pisa.

Lorenzo Lippi da Colle tradusse dal greco al latino gli Halieutica di Oppiano di Anazarbo che dedicò a Lorenzo dei Medici, opera che venne stampata per la prima volta a Firenze nel 1478, e successivamente a Venezia nel 1505 e nel 1517. Tradusse sempre dal greco al latino i Cynegetica di Oppiano di Apamea, l'orazione Nicocle di Isocrate che fu dedicata a Cosimo de' Medici, e l'omelia di San Giovanni Crisostomo Omilia II de proditione Iudae, di cui è conservato una copia manoscritta nella Biblioteca Laurenziana di Firenze.

OpereModifica

  • Benedicti Iouii Nouocomensis disticha ad Franciscum Iulium Caluum. Laurentii Lippii Collensis disticha ad Laurentium Medicen. Floren.; Firenze, 1500 circa.
  • Oppianou Alieuticon biblia pente. Tou autou Kynegetikon biblia tessara. Oppiani De piscibus libri V. Eiusdem De venatione libri IV. Oppiani De piscibus Laurentio Lippio interprete libri V.; Venetiis : in aedibus Aldi et Andrea Soceri, mense Decembri, 1517.
  • Oppiani poetae Alieuticon seu De piscibus libri V. e Graeco traducti ad Antoninum imperatorem. Disticha Laurentii Lippii Collensis ad Laurentium Medicen. Oppiani poetae Vita.; Impressum Venetiis : Bernardinus Venetus impressit, pridie Kalendas Sextiles 1508

NoteModifica

  1. ^ Cheluzzi e Galganetti nel loro Serie Cronologica degli uomini di merito più distinto della città di Colle di Val d'Elsa riportano come data di nascita il 1407.
  2. ^ Arnaldo della Torre, Storia dell'Accademia platonica di Firenze, Firenze: Istituto di Studi Superiori Pratici e di Perfezionamento, 1902, p. 702
  3. ^ Cheluzzi e Galganetti, Op. Cit.
  4. ^ Umberto Carpi, Marco Santagata, Alfredo Stussi, Studi per Umberto Carpi: un saluto da allievi e colleghi pisani; Pisa: ETS, 2000, p. 4 n
  5. ^ Umberto Carpi, Op. Cit., p. 37

BibliografiaModifica

  • Arnaldo della Torre, Storia dell'Accademia platonica di Firenze, Firenze: Istituto di Studi Superiori Pratici e di Perfezionamento, 1902
  • Lorenzo Cheluzzi, Giuseppe Maria Galganetti, Serie cronologica degli uomini di merito più distinto della città di Colle di Val d'Elsa; Colle Val d'Elsa: Pacini, 1841

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN19902534 · ISNI (EN0000 0001 0877 0542 · SBN IT\ICCU\BVEV\027098 · LCCN (ENnr00033423 · GND (DE100977154 · BNF (FRcb144521664 (data) · BNE (ESXX4981105 (data) · BAV (EN495/347618 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00033423
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie