Lorenzo Pompeo

scrittore italiano

Lorenzo Pompeo (Roma, 1968) è un traduttore e scrittore italiano, dottore di ricerca in Slavistica all'Università di Roma "La Sapienza", specialista di lingue slave (polacco, russo, ucraino).

BiografiaModifica

Si è diplomato al Liceo ginnasio Torquato Tasso (Roma). Dopo la laurea, una borsa di studio annuale presso l'Università di Varsavia e il dottorato in Slavistica presso l'Università di Roma "La Sapienza".[1] Ha partecipato a numerosi convegni sui temi relativi ai suoi studi: Nel 1997 ha partecipato al congresso Le letterature popolari, prospettive di ricerca e nuovi orizzonti teorico-metodologici col suo contributo Letteratura umanistica ed etnografia nel Rinascimento polacco. Nota su Roxolania organizzato dall'Università di Salerno (il lavoro è stato citato anche nello studio di Davide Ermacora The comparative milk-suckling reptile pubblicato sulla rivista del Muséum national d'Histoire naturelle di Parigi Anthropozoologica[2]). Ha poi partecipato al convegno Il Sonetto nelle Letterature Slave (Roma, 17-18 maggio 1998), con la relazione Innovazione e sperimentazione nel sonetto di Lesja Ukrajinka[3]. Ha partecipato al III Convegno Internazionale degli ucrainisti con la relazione: Il governo indipendentista ucraino nei resoconti di un inviato italiano[4]. Ha preso parte al II convegno dell'Associazione italiana di studi ucraini con la relazione: Il paradigma ed il paradosso della figura di Pavlo Tycyna[5] e al III convegno dell'Ass. Italiana di Studi ucraini (Roma, 12-15 dicembre 1997) con la relazione: La Litopys di Samuil Velicko e la Wojna domowa di Samel Twardowski relazioni testuali e non solo[6]. Durante il suo soggiorno con borsa di studio in Polonia (1988) ha pubblicato alcuni saggi in polacco apparsi sulle riviste Barok e Warszawskie Zeszyty Ukrainoznawcze[7].

Ha pubblicato saggi e articoli di letteratura e cinema per quotidiani nazionali quali il manifesto, riviste specialistiche, come eSamizdat[8], blog di poesia e critica on-line, come L'ombra delle parole, Poetarumsilva; blog di carattere letterario di rilevanza nazionale, come Nazione indiana. Collabora da qualche anno con la rivista Il Reportage[9], inoltre sue recensioni cinematografiche sono apparse sulla rivista NonSoloCinema[10]. È autore, in collaborazione con M. Prokopovich, di un dizionario Italiano-ucraino e ucraino-italiano edito nel 2005 dalla casa editrice Antonio Vallardi Editore, primo e unico dizionario di ucraino in commercio in Italia, e di un dizionario italiano-polacco e polacco-italiano edito nel 2008 dalla casa editrice Hoepli. Nel 2018 ha conseguito una borsa di studio dell'Instytut Książki di Cracovia con una residenza del traduttore presso la foresteria dell'Istituto.

È autore della raccolta di racconti Auto-pseudo-bio-grafo-mania, edita dalla casa editrice Ibiskos-Risolo nel 2009 e del romanzo In arte Johnny. Vita, morte e miracoli di Giovanbattista Cianfrusaglia[11] edito dalla casa editrice Ciesse nel 2011 nonché del romanzo Il grande libro dello scimmione uscito nel 2018 per i tipi delle Edizioni Ensemble (uscito nel 2020 in versione elettronica). L'anno successivo è uscito Cemento armato di Santa Pazienza, la sua prima raccolta di poesia, segnalata con una menzione d'onore alla XIV edizione del premio letterario internazionale voci - città di Roma e al Premio "I murazzi", 8ª edizione.

Per la letteratura polacca ha tradotto, in collaborazione con G. Kowalski, il romanzo di Jerzy Pilch Sotto l'ala dell'angelo forte, edito nel 2005 dalla Fazi Editore[12]; sempre di Jerzy Pilch il romanzo L'amante in carica[13] edito nel 2011 dalla casa editrice Lantana; nel 2006 ha tradotto Il racconto di Bruno Schulz L'epoca geniale[14] per le edizioni Via del vento, il romanzo di Tomasz Piątek Il caso Justyna pubblicato nel 2006 per la casa editrice Anfora; il saggio di Agnieszka Zakrzewicz I labirinti oscuri del Vaticano edito nel 2013 dalla Newton Compton Editori e il romanzo di Stanisław Lem Golem XIV[15] edito dalla casa editrice Il Sirente nel 2017. Sempre di Stanisław Lem nel 2019 è uscita per le Edizioni Voland la sua traduzione del romanzo Febbre da fieno[16] (in or.: Katar) ambientato in Italia e recensito dalle maggiori testate nazionali[17][18][19].

Per la letteratura ucraina, ha tradotto il romanzo di Jurij Andruchovych[20] edito dalla Besa editrice nel 2003, primo romanzo tradotto dall'ucraino in Italia. Nel 2005 ha curato la raccolta Fiabe Ucraine, uscita sempre per la Besa Editrice, mentre nel 2006 ha pubblicato la traduzione del romanzo di Oksana Zabuzhko Sesso ucraino, istruzioni per l'uso, sempre per i tipi della Besa. Per i tipi della Castelvecchi nel 2008 è uscita la sua traduzione del romanzo di Serhij Zhadan Depeche Mode[21]. Nel 2016 ha pubblicato la sua traduzione del romanzo di Jurij Andruchovych I dodici cerchi[22] uscito per la casa editrice Del Vecchio nel 2017. Sulla rivista eSamizdat è uscita nel 2005 la sua traduzione del racconto Intermezzo[23] dello scrittore ucraino Michajlo Kocjubyns'kyj. Sulla rivista Pagine sono uscite sue traduzioni dei poeti Bohdan Ihor Antonych, Oksana Zabuzhko Ihor Kalynec e Jurij Andruchovych. Nel 2021 ha curato e tradotto l'antologia di prosa femminile ucraina Negli occhi di lei pubblicata della Besa Muci. In occasione della Giornata internazionale della donna (8 marzo) l'11 marzo del 2022 è uscito in allegato al settimanale "Left" il libro "La poesia delle donne" realizzato in collaborazione con Rosalba de Cesare.

OpereModifica

DizionariModifica

NarrativaModifica

PoesiaModifica

  • Cemento armato di santa pazienza. (Poesie 1993-2018), Collana Il dado e la clessidra, Progetto cultura, Roma 2019, ISBN 9788833560885

TraduzioniModifica


saggisticaModifica

NoteModifica

  1. ^ Dottorato di ricerca in Slavistica, su HumNet, Università di Pisa. URL consultato il 23 gennaio 2020 (archiviato il 21 maggio 2016).
  2. ^ Copia archiviata (PDF), su sciencepress.mnhn.fr. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato il 7 maggio 2018).
  3. ^ Copia archiviata (PDF), su europaorientalis.it. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  4. ^ [L. Pompeo,Il governo indipendentista ucraino nei resoconti di un inviato italiano, in: III Mižnarodnyj kongres ukrajinistiv, Kyjiv 1999, pp. 287-298.]
  5. ^ [L. Pompeo, Il paradigma ed il paradosso della figura di Pavlo Tycyna, in: L’Ucraina del XX secolo (atti del II° convegno dell'Associazione italiana di studi ucraini), Padova 1998, pp. 167-195.]
  6. ^ [L. Pompeo, La Litopys di Samuil Velicko e la Wojna domowa di Samel Twardowski relazioni testuali e non solo, in: L’Ucraina del XVIII secolo: crocevia di Culture, pp, 251-267, Padova 2000 (contributo al Terzo congresso dell'Associazione Italiana di Studi Ucraini, Roma, 12-15 dicembre 1997]
  7. ^ Polska Bibliografia Literacka (PBL), su pbl.ibl.poznan.pl. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  8. ^ Copia archiviata, su esamizdat.it. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2019).
  9. ^ Hong Kong e Macao a confronto, la sorella cinese ricca e quella povera - testo e foto di Lorenzo Pompeo - Il Reportage, su ilreportage.eu. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  10. ^ Lorenzo Pompeo, Autore a NonSoloCinema, su nonsolocinema.com. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  11. ^ In arte Johnny. Vita, morte e miracoli di Giovanbattista Cianfrusaglia, su La stamberga dei lettori. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  12. ^ Copia archiviata, su fazieditore.it. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  13. ^ Copia archiviata, su lantanaeditore.com. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato il 9 novembre 2018).
  14. ^ Bruno Schulz - L’epoca geniale - Via del Vento Edizioni, su viadelvento.it. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato il 9 novembre 2018).
  15. ^ Golem XIV di Stanisław Lem - Il Tascabile, su iltascabile.com. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  16. ^ Copia archiviata, su voland.it. URL consultato il 21 novembre 2020 (archiviato il 19 ottobre 2020).
  17. ^ - la Repubblica.it, su ricerca.repubblica.it. URL consultato il 21 novembre 2020 (archiviato il 27 maggio 2021).
  18. ^ Per delitti così ci vorrebbe James Bond non un astronauta allergico in pensione - La Stampa, su lastampa.it. URL consultato il 21 novembre 2020 (archiviato il 21 luglio 2020).
  19. ^ Copia archiviata, su ilmanifesto.it. URL consultato il 21 novembre 2020 (archiviato il 27 maggio 2021).
  20. ^ Copia archiviata, su lanotadeltraduttore.it. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2018).
  21. ^ Il traduttore e l’autore | LN | librinuovi.net, su librinuovi.net. URL consultato il 16 novembre 2018 (archiviato il 17 novembre 2018).
  22. ^ Copia archiviata, su sulromanzo.it. URL consultato l'8 novembre 2018 (archiviato l'8 novembre 2018).
  23. ^ Copia archiviata (PDF), su esamizdat.it. URL consultato il 10 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2007).
Controllo di autoritàVIAF (EN292207016 · ISNI (EN0000 0003 9708 6156 · SBN UBOV482283 · WorldCat Identities (ENviaf-292207016