Lotta senza codice d'onore

film documentario del 1973 diretto da Kinji Fukasaku
Lotta senza codice d'onore
Battles without Honor and Humanity.jpg
Una scena del film
Titolo originaleJingi Naki Tatakai (仁義なき戦い)
Paese di produzioneGiappone
Anno1973
Durata99 min
Generedrammatico, azione, documentario
RegiaKinji Fukasaku
SoggettoKoichi Iiboshi, Kazuo Kasahara
SceneggiaturaKinji Fukasaku
FotografiaWai Keung Lau
MontaggioMing Lam Wong
MusicheToshiaki Tsushima
ScenografiaChi Fung Lok
Interpreti e personaggi

Lotta senza codice d'onore (仁義なき戦い) è un film giapponese del 1973, diretto da Kinji Fukasaku.

Il film è la prima di cinque parti, conosciute come la pentalogia de Le cronache della Yakuza. Il film è infatti conosciuto in Giappone come Il padrino del Sol Levante, proprio perché il film, attraverso un violento stile documentaristico rappresenta la crescita del fenomeno della Yakuza durante l'arco di cinque generazioni: dagli anni quaranta del dopoguerra Giapponese sino ai primi anni settanta e alla crescita fenomenale della mafia giapponese. Il film è ritenuto uno dei classici film di Yakuza giapponesi, diretto da un grande del cinema orientale, Kinji Fukasaku. I quattro sequel cui Battles without Honour and Humanity diede luce sono:

TramaModifica

Basato su storie fondamentalmente vere, Battles Without Honour and Humanity è un viaggio attraverso la nascita della Yakuza in Giappone subito dopo il Secondo Conflitto Mondiale. Il film parla appunto di un gruppo di amici, che nel corso di due decadi - nonostante riescano a sopravvivere alla bomba atomica - finiranno per uccidersi l'uno con l'altro per ottenere il potere dei vari clan della Yakuza, durante un periodo di grandi guerre tra piccole gang cittadine, ancora all'alba della loro attività.

Il film è pieno di violenza, commedia isterica (l'episodio del dito), e dramma. Da molti critici è stato definito come un anticipatore del Padrino, ma nel film non è presente né l'onore, né la lealtà né l'umanità che invece contraddistinguono appunto il tema della mafia siciliana ripreso da Coppola.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema