Apri il menu principale
Louis Armstrong Stadium
Singer Bowl
Flickr - chascow - packed armstrong.jpg
Informazioni
StatoStati Uniti Stati Uniti
UbicazioneUSTA Billie Jean King National Tennis Center
New York
Inizio lavori1963
Inaugurazione1964
Demolizioneottobre 2016
StrutturaPianta quadrata
Ristrutturazione1977
Mat. del terrenoDecoTurf
ProprietarioUSTA
GestoreUS Open
Uso e beneficiari
TennisUS Open
Capienza
Posti a sedere10103[1]
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°45′03.4″N 73°50′43.8″W / 40.750944°N 73.8455°W40.750944; -73.8455

Il Louis Armstrong Stadium (fino al 1977, Singer Bowl) è il secondo stadio per capacità ed importanza degli US Open, l'ultimo torneo del Grande Slam della stagione tennistica. Si trova presso lo USTA Billie Jean King National Tennis Center a Flushing Meadows, nel distretto newyorkese del Queens.

Lo stadio è intitolato al famoso musicista jazz, che visse nelle vicinanze fino alla sua morte, avvenuta nel 1971.[2]

Indice

StoriaModifica

Lo stadio aprì al pubblico nel 1964 per l'esposizione mondiale che quell'anno si tenne a New York (New York World's Fair 1964) e prese inizialmente il nome di "Singer Bowl", dalla sponsorizzazione della Singer Corporation.

Quando nel 1978 il torneo degli US Open venne trasferito da Forest Hills a Flushing Meadows, lo stadio fu fortemente rinnovato per ospitare il torneo, essenzialmente venendo diviso in due nuovi stadi, il "Louis Armstrong" e l'adiacente "Grandstand". Fino 1997, anno dell'apertura dell'Arthur Ashe Stadium, per diciannove edizioni del torneo, rimase il principale stadio d'importanza degli US Open, con una capienza massima di circa 18.000 spettatori; questa venne successivamente ridotta all'attuale numero di circa 10.000 posti a sedere.

Lo stadio attuale fa parte del progetto che prevede il rinnovamento dell'impianto dello USTA Billie Jean King National Tennis Center entro il 2018. È stata pianificata la costruzione di un tetto rettrattile e la capienza massima dello stadio sarà aumentata fino a circa 15.000 posti a sedere.[3]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Seating Charts - US Open, usta.usopen.org. URL consultato il 15 agosto 2014.
  2. ^ (EN) Ashe & Armstrong Stadiums, usta.com. URL consultato il 15 agosto 2014.
  3. ^ (EN) Playing Doubles: U.S. Open Will Get 2 Roofs, nytimes.com. URL consultato il 20 agosto 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica