Louis Daguerre

artista, chimico e fisico francese
Louis Daguerre

Louis-Jacques-Mandé Daguerre (Cormeilles-en-Parisis, 18 novembre 1787Bry-sur-Marne, 10 luglio 1851) è stato un artista, chimico e fisico francese, riconosciuto universalmente come l'inventore del processo fotografico chiamato dagherrotipo.

Indice

BiografiaModifica

 
L'Atelier de l'artiste, un dagherrotipo del 1837
 
Firma di Louis Daguerre

Aveva trascorso l'infanzia presso Orléans dove il padre era impiegato nella tenuta reale. Iniziò a lavorare agli allestimenti dell'Opéra de Paris, facendosi così una notevole esperienza nel campo del disegno e della scenografia.

Fu allievo di Pierre Prévost, il primo pittore francese di panorami. Pittore e scenografo teatrale sarà lui a inventare l'utilizzo a teatro del diorama, una sorta di fondale dipinto con l'aiuto della camera oscura, su cui venivano proiettate luci e colori di intensità diversa in modo da creare effetti molto particolari. In questa attività si avvale della fondamentale collaborazione del pittore Hippolyte Sebron, al quale però nega qualsiasi riconoscimento attribuendo a sé ogni dipinto.

Dal 1824 inizia a fare esperimenti per riuscire a fissare l'immagine ottenuta attraverso la camera oscura. Inizia una corrispondenza con Joseph Niépce, e sei anni dopo la morte di quest'ultimo, Daguerre riuscirà a mettere a punto la tecnica che prenderà il suo nome, la dagherrotipia. Questa sarà resa pubblica nel 1839 dallo scienziato François Arago in due distinte sedute pubbliche presso l'Académie des Sciences e dell'Académie des Beaux Arts.

L'invenzione, resa di pubblico dominio, frutterà all'autore, e al figlio di Niépce, una pensione vitalizia, donatagli dal Governo in cambio della libera circolazione dei dettagli del processo.

Louis Daguerre morì il 10 luglio 1851 a causa di un attacco cardiaco, a Bry-sur-Marne, a 12 chilometri da Parigi. Sulla sua tomba è stato costruito un monumento in suo onore.

 
Il nome di Daguerre sulla Torre Eiffel (il secondo da sinistra)

Il suo nome è stato inciso sulla facciata La Bourdonnais della Torre Eiffel.

OnorificenzeModifica

Influenze, citazioni e omaggiModifica

Altri progettiModifica