Luca Beatrice

critico d'arte e storico del cinema italiano

Luca Beatrice (Torino, 4 aprile 1961) è un critico d'arte e saggista italiano.

Luca Beatrice nel 2020
Luca Beatrice nel 2012

Biografia

modifica

Laureato a Torino in Storia del cinema alla Facoltà di Lettere all’Università degli Studi di Torino, ha poi conseguito il diploma di specializzazione in Storia dell’arte all’Università degli Studi di Siena. Insegna Storia dell'arte all'Accademia Albertina di Torino, Arte contemporanea allo IED di Torino, Arte e cultura contemporanea allo IULM di Milano. In passato ha insegnato all'Accademia di Belle Arti di Palermo e all'Accademia di Brera, Milano, allo IAAD di Torino svolgendo numerosi visiting professor, tra questi all'Accademia di Helsinki.

Curatore e critico d'arte contemporanea tra i più noti del panorama italiano,[1][2] ha cominciato la sua carriera verso la fine degli anni ottanta[3][4] con mostre storiche sul futurismo torinese (Franco Costa, Enrico Allimandi, Alberto Sartoris). Dopo la laurea in storia del cinema conseguita all'Università di Torino è stato allievo di Enrico Crispolti alla Scuola di specializzazione in Storia dell'arte dell'Università di Siena.[5]

In qualità di critico ha scritto sulle riviste d'arte Tema celeste e Flash Art. Dagli anni novanta è stato curatore di numerose mostre legate alle nuove arti figurative italiane tra cui alcune esposizioni di Daniele Galliano, Marco Cingolani e Massimo Kaufmann. Viene nominato curatore della Biennale di Praga (2003-2005)[6][7] e commissario alla sezione Anteprima della XIV Quadriennale di Roma (2004).[8]

Nel 2009 è stato scelto come curatore del Padiglione Italia alla 53ª Biennale d'arte di Venezia.[9] Punto di partenza dell'esposizione, intitolata Collaudi, era l'omaggio a Filippo Tommaso Marinetti e al futurismo, prima e unica avanguardia italiana del Novecento.[10]

Dal 2010 al 2018 è stato presidente del Circolo dei lettori di Torino.[11][12]

Tra le mostre più recenti, Andy Warhol. Pop society al Palazzo Ducale di Genova (2016)[13]; Edward Hopper a Palazzo Fava, Bologna, e Vittoriano, Roma (2015-2016)[14]; le collettive Jackson Pollock e la Scuola di New York, Palazzo Reale, Milano[15] e Vittoriano, Roma 2018[16]; Easy Rider. Il mito della motocicletta come arte, Reggia di Venaria 2018; Warhol and friends, Palazzo Albergati, Bologna 2018; Revolutions 1989-2019: L’arte del mondo nuovo – 30 anni dopo, Castel Sismondo, Rimini, 2019[17]; Diabolik alla Mole, Museo del cinema, Torino 2021; Carlo Levi, GAM Torino 2022; Giacomo Soffiantino, Fondazione Ferrero, Alba 2022. Per Gallerie d’Italia Intesa Sanpaolo ha curato al Palazzo Zevallos di Napoli le mostre dedicate a New York, Londra, Berlino e Los Angeles, e la rassegna Futuro presso il Palazzo Leoni Montanari di Vicenza (2020).

Ha pubblicato numerosi saggi di critica d’arte e musicale: Da che arte stai?, Pop, Sex e Nati sotto il Biscione per Rizzoli; le biografie di Renato Zero e Lucio Dalla per Baldini & Castoldi, Canzoni d’amore per Mondadori, Arte e libertà? per Giubilei Regnani. Nel febbraio 2021 è uscito il nuovo saggio Da che arte stai? Dieci lezioni sul contemporaneo (Rizzoli).

Collabora a Libero e Linkiesta. Da settembre 2021 a maggio 2022 partecipa in qualità di opinionista al programma televisivo calcistico Tiki Taka in onda su Italia 1.

Vita privata

modifica

Sposato, è padre di quattro figli.

Controversie

modifica

Opere principali

modifica
  1. ^ L'accusa del critico Beatrice, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 12 giugno 2020.
  2. ^ Grande successo per la mostra di Caravaggio che chiude con Luca Beatrice, su ArtsLife, 30 ottobre 2012. URL consultato il 12 giugno 2020.
  3. ^ Critica d'arte revisionista? No, reazionaria, su Fondazionelindenberg.it. URL consultato il 10 giugno 2020.
  4. ^ INVESTIRE CON SUCCESSO NEI QUADRI DEGLI ANNI 90 - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 18 giugno 2020.
  5. ^ Luca Beatrice, Luca Beatrice e il suo ricordo per il professor Enrico Crispolti, su Artribune, 11 dicembre 2018. URL consultato il 10 giugno 2020.
  6. ^ Gianfranco Missiaja, ARTE CONTEMPORANEA - Parere della critica e Movimenti Artistici, Lulu.com, 22 maggio 2014, ISBN 978-1-291-88509-5. URL consultato l'11 giugno 2020.
  7. ^ NON SONO UN TORINESE DEPRESSO, LAVORARE CON L'ARTE È UN LUSSO, su lastampa.it, 22 luglio 2019. URL consultato l'11 giugno 2020.
  8. ^ La Quadriennale di Roma - Arbiq, su quadriennalediroma.org. URL consultato il 9 giugno 2020.
  9. ^ Padiglione Italia: Collaudi. Omaggio a F. T. Marinetti, su archimagazine.com. URL consultato il 9 giugno 2020.
  10. ^ La Biennale di Venezia - Padiglione Italia, su labiennale.org (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2014).
  11. ^ Luca Beatrice, presidente del circolo dei lettori, su Prima Comunicazione, 26 giugno 2015. URL consultato il 10 giugno 2020.
  12. ^ Marco Enrico Giacomelli, Torino perde pezzi. Luca Beatrice non è più presidente del Circolo dei Lettori, su Artribune, 30 giugno 2018. URL consultato il 10 giugno 2020.
  13. ^ Warhol. Pop Society, in Genova Palazzo Ducale, 21 ottobre 2017. URL consultato il 26 novembre 2023.
  14. ^ Edoardo Sassi, Opere giovanili e qualche icona: un po’ di Hopper al Vittoriano, in Corriere.it, 24 settembre 2016. URL consultato il 26 novembre 2023.
  15. ^ Pollock e gli Irascibili. La Scuola di New York, in News-Art, 4 ottobre 2013. URL consultato il 26 novembre 2023.
  16. ^ Nadja Gardini, Pollock e gli Irascibili. Espressionismo astratto a Roma, in Artribune, 10 dicembre 2018. URL consultato il 26 novembre 2023.
  17. ^ Roberto Brunelli, Mostre: a Rimini per riscoprire gli “Anni Novanta” con “Revolutions 1989-2019”, in Collezione da Tiffany, 3 agosto 2019. URL consultato il 26 novembre 2023.
  18. ^ Luca Beatrice sulle Vallette: "Ci sono posti dove la cultura non arriva". Chieste le sue dimissioni, su lastampa.it.
  19. ^ Luca Beatrice, Francesca Pascale e Paola Turci, "il vero motivo del loro matrimonio", su liberoquotidiano.it, 3 luglio 2022.
  20. ^ Post di Labodif su Instagram, su Instagram, 4 luglio 2022.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN97657763 · ISNI (EN0000 0001 2144 6739 · SBN CFIV101112 · LCCN (ENn94094837 · GND (DE173175473 · BNF (FRcb13485892t (data) · J9U (ENHE987007258323505171 · CONOR.SI (SL66852707