Apri il menu principale

Luca Di Schiena

giornalista, saggista e docente italiano

Luca Di Schiena (Andria, 12 settembre 1921Roma, 9 marzo 1994) è stato un giornalista, saggista e docente italiano. È stato uno fra i volti più noti fra i telegiornalisti della Rai degli albóri. Ha diretto il TG3 dal 1980 al 1987[1].

Giornalista vicino al Vaticano, è stato autore di una biografia su papa Giovanni Paolo II[2].

BiografiaModifica

Assunto come radiocronista in Rai con un concorso nel 1944, si era occupato inizialmente di cinegiornali (fra i suoi colleghi dell'epoca vi erano anche Corrado Mantoni e Lello Bersani). Fu tra i primi cronisti posti in condizione di trasmettere in diretta televisiva e commentò per l'ente radiotelevisivo di stato nel luglio del 1962 la prima trasmissione in mondovisione. In carriera fu autore di interviste a personaggi della cultura fra cui quella - sempre nel 1962 - allo scrittore Dino Buzzati.

Successivamente si occupò di altri eventi internazionali, fra cui le imprese spaziali per i programmi Mercury e Gemini, seguì il pontefice della Chiesa cattolica durante viaggi e coprì con servizi e corrispondenze eventi sportivi, fra cui le Olimpiadi di Roma 1960. Come inviato speciale, fu testimone dei funerali del presidente John Fitzgerald Kennedy, assassinato a Dallas nel novembre 1963.

Divenuto capo ufficio stampa della Rai nel 1969, lasciò l'incarico per passare a dirigere i servizi parlamentari radiotelevisivi.

Ha insegnato giornalismo televisivo e radiofonico ed è stato membro della Pontificia commissione delle comunicazioni sociali. Fra le cariche ricoperte vi è anche quella di presidente del Collegio dei Probiviri dell'Unione Cattolica Stampa Italiana.

Accanto all'attività di dirigente televisivo, si è occupato anche di cultura, ricoprendo la carica di sovrintendente del teatro dell'Opera di Roma.

RiconoscimentiModifica

In carriera ha ricevuto diversi riconoscimenti, fra cui il Microfono d'argento, nel 1955 e nel 1960, il Premio Marconi, nel 1963, il Premio Sain Vincent per il giornalismo televisivo, nel 1967, e il Premio Scanno, nel 1985.

BibliografiaModifica

Come saggista, Di Schiena ha pubblicato diversi libri, fra cui:

  • Agenda 199... con il diario di famiglia in un secolo, Kepos, 1991, ISBN 88-85392-02-4
  • Cerio-Capri. Un nome esponenziale, La Conchiglia, 1992

NoteModifica

  1. ^ Fonte: Grasso, A. (a cura di), Enciclopedia della televisione, Garzanti, 2008
  2. ^ Karol Wojtyła, Editalia, 1991, ISBN 88-7060-243-5

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica