Luca Palamara

ex magistrato italiano
Luca Palamara
Luca Palamara.jpg
Luca Palamara nel 2011

Presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati
Durata mandato marzo 2008 –
maggio 2012

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università La Sapienza di Roma

Luca Palamara (Roma, 22 aprile 1969) è un ex magistrato italiano ex membro del Consiglio Superiore della Magistratura, più giovane presidente dell'ANM da maggio 2008 a marzo 2012, nonché il 19 settembre 2020 il primo ex presidente della storia dell'ANM ad esserne espulso[1].

BiografiaModifica

Laureato in giurisprudenza a La Sapienza di Roma nel 1991, nel 1997 inizia la carriera di pubblico ministero presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria, per poi passare nel 2002 alla procura di Roma per indagare sul caso Aldo Moro[2][3] e su Calciopoli.[4]

Dopo esserne stato segretario generale nel 2007, è presidente dell'ANM, da maggio 2008 a marzo 2012.

Nel 2014 diviene membro togato del Consiglio Superiore della Magistratura, eletto nella corrente di centro Unità per la Costituzione.[5]

Nel 2019 viene indagato per corruzione concernente compravendite di sentenze e per fuga di informazioni all'interno del Consiglio Superiore della Magistratura.[5][6][7][8][9][10]

Nel giugno 2020, l'ANM decide la sua espulsione dall'organismo associativo.[11][12]

Nell'ottobre 2020, per decisione del CSM, gli viene inflitta la pena più severa prevista dalla giustizia disciplinare, e viene rimosso dalla magistratura. [13]

ControversieModifica

Nel 2019 e nel 2020 la stampa riporta notizie su inchieste giudiziarie che lo riguardano, in particolare sul suo ruolo di mediatore tra le correnti della magistratura, nello specifico, nell'assegnazione di incarichi di rilievo, come quello di Procuratore della Repubblica. Palamara riconosce di aver rivestito questo ruolo in un'intervista rilasciata al giornalista Massimo Giletti durante la trasmissione Non è l'Arena del 31 maggio 2020, sostenendo che erano in molti a fare da mediatori, e che i mediatori agivano all'interno del sistema delle correnti in magistratura.[14][15][16][17][18][19]

Durante l'intervista Palamara dichiara: "Sono qui perché ho il dovere di chiarire tutto. Non ho inventato io le correnti. Essere identificato come male assoluto può fare comodo a qualcuno. Io mediavo tra le singole correnti dell'Anm. Non esisteva solo un unico Palamara, esistevano tanti mediatori. Mi chiamavano tantissime persone, avevo una funzione di rappresentanza, ero diventato una figura di riferimento per molti colleghi, ma non per fare cose illecite. E questo ha partorito nomine di magistrati di assoluto livello. Tutti erano frutto di un accordo". E ha aggiunto: "I posti di Procuratore della Repubblica sono molto ambiti, sono posti di potere. È vero che il sistema delle correnti penalizza chi non vi appartiene. Negare che le correnti siano una scorciatoia è una bugia. Le correnti della magistratura nel CSM hanno un peso preponderante. Il politico dall’esterno non può incidere sui magistrati, ma questo sistema favorisce una commistione".[20]

Il ruolo svolto da Palamara all'interno del sistema delle correnti della magistratura è emerso dall’intercettazione di sue conversazioni captate da un trojan inoculato dagli inquirenti sul suo smartphone.[21]

OpereModifica

  • 1995 - Manuale di diritto penale
  • 2006 - Manuale sulla tutela della privacy e sulla tutela dell’accesso nelle istituzioni scolastiche
  • 2007 - La responsabilità penale del pubblico dipendente
  • 2008 - Un progetto per la giustizia
  • 2009 - Cento anni di associazione magistrati
  • 2009 - Le cinque responsabilità del pubblico dipendente
  • 2011 - Autoriforma, organizzazione, responsabilità
  • 2011 - Le sanzioni amministrative

NoteModifica

  1. ^ https://www.agi.it/cronaca/news/2020-09-19/palamara-espulso-anm-9704019/
  2. ^ Caso Moro, l'accusa al consulente americano, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 5 giugno 2020.
  3. ^ Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro, Audizione del Sostituto procuratore presso il tribunale di Roma, Luca Palamara. Seduta n. 46 di Mercoledì 29 luglio 2015, su documenti.camera.it, 29 luglio 2015. URL consultato il 25 giugno 2020.
  4. ^ Claudio Del Frate, Il processo a Moggi, Moro e la lite tv con Cossiga: chi è Palamara, su Corriere della Sera, 30 maggio 2019. URL consultato il 5 giugno 2020.
  5. ^ a b Chi è Luca Palamara, il magistrato al centro dello scandalo toghe, su lastampa.it, 12 luglio 2019. URL consultato il 25 giugno 2020.
  6. ^ Luca Palamara, chi è il magistrato al centro dello scandalo del CSM, su Money.it, 25 maggio 2020. URL consultato il 5 giugno 2020.
  7. ^ L'affaire Csm - Report, su Rai Report. URL consultato il 5 giugno 2020.
  8. ^ Da Zingaretti a Bova fino alla AS Roma: tutti alla corte di Palamara, Mr Wolf della Capitale, su l'Espresso, 25 maggio 2020. URL consultato il 5 giugno 2020.
  9. ^ (DE) Justizskandal bewegt Italien, su OVB Heimatzeitungen. URL consultato il 5 giugno 2020.
  10. ^ Caso Palamara, Mattarella: "Grave sconcerto, urge la riforma del Csm, ma no allo scioglimento", su la Repubblica, 29 maggio 2020. URL consultato il 5 giugno 2020.
  11. ^ Palamara contrattacca: "Non agivo da solo, farò i nomi", su agi.it, 21 giugno 2020.
  12. ^ Alberto Giorgi, Palamara non ci sta: "Io espulso dall'Anm? Pronto a fare ricorso", su ilgiornale.it, 22 giugno 2020.
  13. ^ Palamara "rimosso" dalla magistratura. Al Csm chiuso il processo disciplinare, su repubblica.it.
  14. ^ L'intervista di Massimo Giletti a Luca Palamara - YouTube, su youtube.com, 31 maggio 2020.
  15. ^ Non è l'arena - Puntata 31/05/2020. URL consultato il 25 giugno 2020.
  16. ^ Palamara in tv: “Non ho inventato io il sistema delle correnti, i politici non incidono sulle nomine del Csm”, su lastampa.it, 1º giugno 2020. URL consultato il 25 giugno 2020.
  17. ^ Palamara: "Le correnti? Usate per fare carriera, ecco i nomi", su Adnkronos. URL consultato il 25 giugno 2020.
  18. ^ Michele Di Lollo, Scandalo magistratura, Palamara: "Le correnti sono sistema di potere", su ilGiornale.it, 3 giugno 2020. URL consultato il 25 giugno 2020.
  19. ^ Porta a porta - S2019/20 - Puntata del 03/06/2020 - Video, su RaiPlay. URL consultato il 25 giugno 2020.
  20. ^ Michele Di Lollo, Caso Salvini, Palamara in tv: "I pm sono sensibili ai migranti", su ilGiornale.it, 1º giugno 2020. URL consultato il 25 giugno 2020.
  21. ^ Così è stato infettato e intercettato il telefonino del magistrato Palamara, su Agi. URL consultato il 26 giugno 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàWorldCat Identities (ENviaf-298155284795987060101/