Apri il menu principale

BiografiaModifica

Si è laureato in architettura presso il Politecnico di Milano, con una tesi originale: Dario Argento: l'estetica dell'assassinio. Il ruolo dello spazio nel disegno cinematografico della paura.

Tiraboschi, dopo una lunga gavetta presso emittenti locali, inizia la sua carriera nel mondo della televisione a Mediaset nel 1991 occupandosi di produzioni televisive. Successivamente passa a Canale 5 con l'incarico di delegato di rete. In seguito assume l'incarico di produttore esecutivo, poi di curatore e quindi di capostruttura, firmando numerosi programmi di successo delle reti Mediaset tra i quali Tira & Molla, Gommapiuma, Buona Domenica, Festivalbar, Beato tra le donne, Ciao Darwin, Premiata Teleditta, lavorando fianco a fianco con conduttori ed autori quali Paolo Bonolis, Fiorello, Gerry Scotti, Lorella Cuccarini, Maurizio Costanzo e Paola Perego. Nel 2001 viene nominato vicedirettore di Canale 5. L'anno dopo verrà promosso all'incarico di direttore di Italia 1, incarico che ha ricoperto fino al 2014, diventando il direttore più longevo della televisione italiana. Assumerà poi dal 2011 al 2014 anche il ruolo di direttore di Italia 2. Egli è stato anche presidente di Boing. Attualmente ricopre il ruolo di direttore editoriale infotainment per i programmi Videonews.

Tiraboschi è anche un fumettista (ha creato i personaggio di Goccia Nera e Albert, pubblicati da Star Comics) e un romanziere (tra i suoi lavori L'ospedale delle bambole, Il sogno del pazzo e Faccia di cuore)[1]. Il suo ultimo lavoro in ambito fumettistico è la miniserie in sei numeri Winter, presentata a Lucca Comics.

Firma una rubrica giornalistica fissa sul magazine di fitness Sport&Salute.

Vita privataModifica

È sposato e ha due figli.

OpereModifica

Fumetti
Romanzi

NoteModifica