Luca Van Assche

tennista francese

Luca Van Assche (Woluwe-Saint-Lambert, 11 maggio 2004) è un tennista francese.

Luca Van Assche
Luca Van Assche nel 2022
Nazionalità Bandiera della Francia Francia
Altezza 178[1] cm
Peso 70[1] kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 7-13 (35%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 64º (28 agosto 2023)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 3T (2024)
Bandiera della Francia Roland Garros 2T (2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 1T (2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 1T (2023)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 2-6 (25%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 335º (9 gennaio 2023)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open
Bandiera della Francia Roland Garros 1T (2022, 2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 2T (2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 14 agosto 2023

In singolare ha raggiunto i quarti di finale al torneo ATP 500 dell'Hamburg European Open 2023 e ha vinto alcuni titoli nei circuiti minori; il suo miglior ranking ATP è il 64º posto dell'agosto 2023. Tra gli juniores ha vinto l'Open di Francia 2021 ed è stato il nº 1 nel ranking mondiale di categoria.

Biografia modifica

Nasce in Belgio da madre italiana e padre belga e ha le due sorelle Sofia ed Elisa e il fratello Paolo. A tre anni si traferisce con la famiglia in Francia, a quattro inizia a giocare a tennis ad Aix en Provence e il suo idolo da bambino era Federer. A 12 anni si trasferisce a Poitiers per seguire un programma di allenamenti e in seguito si sposta a Parigi, dove viene seguito dai tecnici della federazione francese sui campi del Roland Garros. Concilia gli impegni sportivi con gli studi all'Università di Parigi-Dauphine.[2][3] Dal febbraio 2024 è allenato da Vincenzo Santopadre.

Carriera modifica

Juniores modifica

Fa il suo esordio nell'ITF Junior Circuit nel 2018 e al secondo torneo disputato vince il titolo di doppio in un Grade 5 della Martinica. Ad agosto gioca con la squadra francese alle ITF World Junior Tennis Finals. Il primo titolo in singolare arriva nell'aprile 2019 in un torneo Grade 5 spagnolo, nel quale si impone anche in doppio. Nel dicembre 2020 consegue il primo risultato di valore in un Grade A perdendo la semifinale in singolare al prestigioso Orange Bowl.[4] Nel giugno 2021 trionfa in singolare al Roland Garros sconfiggendo in finale Arthur Fils.[5] Con i buoni risultati conseguiti al successivo Grade 1 di Roehampton sale in vetta al ranking mondiale di categoria. Disputa l'ultimo torneo ad agosto e chiude l'esperienza tra gli juniores con 4 titoli in singolare e 4 in doppio.[4]

2020-2021: inizi tra i professionisti modifica

Fa le sue prime apparizioni tra i professionisti in tornei del circuito ITF nel gennaio 2020, a soli 15 anni, senza risultati rilevanti. All'inizio del 2021 non supera le sue prime qualificazioni in un torneo dell'ATP Challenger Tour al Quimper 2 e in un torneo ATP a Montpellier. Esce al primo turno di qualificazione anche al Roland Garros. A settembre vince i primi incontri in tornei Challenger e raggiunge i quarti di finale al Cassis Open. A fine stagione perde la sua prima finale da professionista in un torneo ITF M25 a Tolosa, mentre esce al primo turno di qualificazione al Paris Masters.

2022: debutto nel circuito maggiore, primo titolo Challenger e top 150 modifica

Inizia il 2022 vincendo i primi titoli in carriera in un torneo ITF M15 francese imponendosi sia in singolare che in doppio. A fine mese fa il suo esordio con una wild card nel circuito maggiore al torneo di doppio di Montpellier assieme al connazionale Sascha Gueymard Wayenburg, al primo turno eliminano i top 100 Denys Molchanov / David Vega Hernandez e vengono sconfitti nei quarti di finale da Pierre-Hugues Herbert / Nicolas Mahut. La coppia francese riceve una wild card anche per il tabellone principale del Roland Garros, e al loro debutto in un torneo del Grande Slam escono di scena al primo turno; Van Assche viene inoltre eliminato al primo turno di qualificazione in singolare.

A ottobre disputa la prima finale Challenger in singolare a Lisbona e viene sconfitto in due set da Marco Cecchinato. A novembre entra nella top 200 del ranking ATP dopo la sconfitta in finale al Brest Challenger contro Grégoire Barrère – dopo aver eliminato il nº 95 ATP Nuno Borges, primo top 100 sconfitto in carriera – e i quarti di finale a Roanne. Perde un'altra finale Challenger a Valencia contro Oleksii Krutykh e la settimana successiva a Maia vince il primo titolo Challenger sconfiggendo in finale Maximilian Neuchrist. Grazie a questa vittoria, il 5 dicembre 2022 sale al 138º posto in classifica, diventando il giocatore più giovane tra i primi 150 e il primo nato nel 2004 a vincere un torneo Challenger.[6]

2023: quarti di finale ad Amburgo, debutto nel Grande Slam e top 70 modifica

Grazie a una wild card fa il suo debutto nel tabellone principale di uno Slam agli Australian Open 2023[7] e perde al primo turno contro Cameron Norrie. A marzo vince il prestigioso Challenger 125 di Pau superando i top 100 Arthur Rinderknech e in finale Ugo Humbert, sconfitto per 7-6, 4-6, 7-6 dopo quasi 4 ore di gioco, nella più lunga finale mai disputata prima in un Challenger.[3] Vince anche il successivo Challenger 125 di Sanremo, concedendo 4 soli giochi in finale a Juan Pablo Varillas, risultato con cui entra nella top 100, in 91ª posizione. In precedenza, solo Carlos Alcaraz, Felix Auger-Aliassime, Jannik Sinner e Holger Rune avevano vinto almeno tre titoli Challenger prima di compiere 19 anni.[3] Vince il primo match in singolare nel circuito maggiore superando Pedro Sousa all'Estoril e sconfigge anche Stan Wawrinka al primo turno dell'ATP di Banja Luka, dove al secondo turno strappa un set al nº 1 del mondo Novak Djokovic. La classifica raggiunta gli vale il primo accesso a un torneo Masters 1000 a Roma ed esce di scena al primo turno. Al Roland Garros vince il primo incontro in uno Slam concedendo solo 5 giochi a Marco Cecchinato e al secondo turno viene eliminato da Alejandro Davidovich Fokina.

Eliminato al primo turno a Wimbledon, riprende l'ascesa raggiungendo per la prima volta i quarti di finale in un torneo del circuito maggiore al prestigioso ATP 500 di Amburgo prendendosi la rivincita sul nº 39 del ranking Davidovich Fokina, e viene eliminato dal vincitore del torneo Alexander Zverev, risultato con cui porta il best ranking alla 68ª posizione.

Statistiche modifica

Aggiornate al 14 agosto 2023.

Tornei minori modifica

Singolare modifica

Vittorie (4) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (3)
ITF World Tennis Tour (1)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 16 gennaio 2022   M15+H Bagnoles-de-l'Orne, Bagnoles-de-l'Orne Terra rossa   Corentin Denolly 7–5, 6–3
2. 4 dicembre 2022   Maia Challenger, Maia Cemento   Maximilian Neuchrist 3–6, 6–4, 6–0
3. 5 marzo 2023   Open Pau-Pyrénées Pau Cemento (i)   Ugo Humbert 7–6(5), 4–6, 7–6(6)
4. 2 aprile 2023   Sanremo Challenger, Sanremo Terra rossa   Juan Pablo Varillas 6–1, 6–3
Finali perse (3) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (3)
ITF World Tennis Tour (0)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 24 ottobre 2021   M25 Toulouse, Tolosa Cemento (i)   Joris De Loore 2–6, 5–7
2. 2 ottobre 2022   Lisboa Belém Open, Lisbona Terra rossa   Marco Cecchinato 3–6, 3–6
3. 30 ottobre 2022   Brest Challenger, Brest Cemento (i)   Grégoire Barrère 3–6, 3–6
4. 27 novembre 2022   Copa Faulcombridge Open Ciudad de València, Valencia Terra rossa   Oleksii Krutykh 2–6, 0–6

Tornei Grande Slam juniores modifica

Singolare modifica

Finali: 1 (1 titolo) modifica
Risultato Anno Torneo Superficie Avversario Punteggio
Vincitore 2021 Open di Francia Terra rossa   Arthur Fils 6–4, 6–2

Note modifica

  1. ^ a b (EN) Luca Van Assche - Overview, su atptour.com.
  2. ^ Il next gen della Francia? Un talento mezzo belga e mezzo italiano, su supertennis.tv, 17 febbraio 2022. URL consultato il 17 febbraio 2023.
  3. ^ a b c (EN) Luca Van Assche - Player bio, su atptour.com.
  4. ^ a b (EN) Luca Van Assche Juniors Singles Overview, su itftennis.com.
  5. ^ Alessandro Mastroluca, Roland Garros Junior, trionfano Van Assche e Noskova, su supertennis.tv, 12 giugno 2021. URL consultato il 17 febbraio 2023.
  6. ^ Michelangelo Sottili, Luca Van Assche, il primo 2004 a vincere un torneo Challenger: ecco il dato che può renderlo ottimista, su ubitennis.com, 5 dicembre 2022. URL consultato il 17 febbraio 2023.
  7. ^ Andrea Mastronuzzi, Australian Open: a Van Assche e Parry le wild card della Federazione francese, su ubitennis.com, 13 dicembre 2022. URL consultato il 17 febbraio 2023.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica