Apri il menu principale

Luce nelle tenebre

film del 1941 diretto da Mario Mattoli
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il racconto di Robert A. Heinlein, vedi Luce musicale.
Luce nelle tenebre
Paese di produzioneItalia
Anno1941
Durata83 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaMario Mattoli
SoggettoMario Mattoli
SceneggiaturaMario Mattoli
Casa di produzioneIncine
Distribuzione in italianoI.C.I.
FotografiaArturo Gallea
MusicheCarlo Innocenzi
ScenografiaOttavio Scotti
CostumiFabrizio Carafa
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Luce nelle tenebre è un film del 1941, diretto da Mario Mattoli[1]

Fu distribuito nelle sale il 12 luglio del 1941.

TramaModifica

Alberto Serrani, ingegnere minerario, conosce le figlie di un medico, Marina, dolce e semplice, l'altra Clara torbida e frivola, della quale si innamora immediatamente.

Alberto parte per raggiungere il luogo del suo lavoro, all'estero, per dirigere un'azienda mineraria, durante un sopralluogo è vittima di un incidente e perde la vista, mentre la fidanzata Clara lo tradisce in Italia con un musicista, Sartori.

Al ritorno in patria, l'ingegnere trova ad accoglierlo solo Marina che prende la parte della sorella fuggita con Sartori, lo assiste amorevolmente e lo sostiene nel momento del ricovero in ospedale, per l'intervento chirurgico agli occhi.

 
Alida Valli, Fosco Giachetti e Clara Calamai in una foto di scena del film.

L'operazione agli occhi avrà esito positivo, Alberto scoprirà la verità su Marina e la sposerà[2].

I Film che parlano al vostro cuoreModifica

Con questo film Mario Mattoli, iniziò il ciclo dei Film che parlano al vostro cuore, nei quali il dramma, la malinconia, le incomprensioni e il lieto fine saranno gli ingredienti più comuni[3].

Realizzata durante un periodo di piena guerra mondiale, in particolare durante l'ultima fase del regime, la tetralogia di Mario Mattoli comprendeva oltre a questo film anche Catene invisibili (1942), Labbra serrate (1942) e Stasera niente di nuovo (1942).

Moderna anche la centralità dei personaggi femminili che fino a quel momento non costituiva una prerogativa dei melodrammi dell'epoca[4].

La criticaModifica

Giuseppe Isani, sulle pagine di Cinema n° 128 del 25 ottobre 1941, scrive "La Valli, finalmente in una parte che sembra tagliata apposta per lei, porta nella finzione scenica tanta passione, tanta delicata recitazione da meritarsi una lode a pieni voti..."

NoteModifica

  1. ^ Mario Mattòli - Regista - Biografia e Filmografia - EcoDelCinema, su www.ecodelcinema.com. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  2. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Luce nelle tenebre (1941), su mymovies.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  3. ^ Luce Nelle Tenebre - I Film Che Parlano Al Vostro Cuore | Il database della conoscenza di Italien, su citta-roma.it. URL consultato il 18 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2018).
  4. ^ Film che parlano al vostro cuore: LUCE NELLE TENEBRE (1941), su peplumbiz.blogspot.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema