Apri il menu principale
Signoria di Milano Casato dei Visconti
(1277-1395)
Coat of arms of the House of Visconti (1277).svg
'Vipereos Mores Non Violabo'
Stemma dei Visconti dal 1277 al 1395
Ottone
Nipoti
Matteo I
Galeazzo I
Figli
Azzone co-signore con gli zii Luchino e Giovanni
Matteo II co-signore coi fratelli Galeazzo II e Bernabò
Galeazzo II co-signore coi fratelli Matteo II e Bernabò
Figli
Bernabò co-signore coi fratelli Matto II e Galeazzo II
Gian Galeazzo
Modifica
Bernabò Visconti e Beatrice, genitori di Lucia

Lucia Visconti (Milano, 137214 aprile 1424) era figlia di Bernabò Visconti, signore di Milano, e di Beatrice della Scala.

Indice

Le lunghe trattative matrimonialiModifica

Le trattative matrimoniali per Lucia si aprirono nel 1382 ed erano volte a suggellare l'alleanza tra Bernabò e Luigi II d'Angiò attraverso un matrimonio tra Lucia e un figlio di Luigi. Nel 1385, dopo difficili accordi, Lucia sarebbe partita per Angers per le sue nozze ma il colpo di Stato attuato da Gian Galeazzo Visconti, che catturò e rinchiuse nel castello di Trezzo lo zio Bernabò coi figli Ludovico e Rodolfo, mandò a monte per sempre il progetto di nozze ed un eventuale futuro di Lucia come regina di Napoli[1].

Suo padre Bernabò e i fratelli rimasero prigionieri nel castello fino alla morte. A pensare al suo futuro matrimoniale provvide Gian Galeazzo che nel 1398 trattò un'alleanza con Enrico, conte di Hereford e di Derby ma gli accordi di matrimonio alla fine non furono presi[1]. Quando Gian Galeazzo le propose di sposare suo figlio naturale Gabriele Maria, di 13 anni, fu Lucia stavolta a rifiutare[1].

MatrimoniModifica

Il 28 giugno 1399 Lucia sposò infine a Pavia il figlio di Baldassarre di Turingia, Federico V di Turingia, marchese di Misnia e precedentemente promesso a sua sorella Anglesia Visconti[1]. Il matrimonio venne celebrato da Guglielmo Centuario, vescovo di Pavia, e vide tra i testimoni anche il futuro papa Alessandro V[1].

La sposa però si rifiutò di partire e impugnò il matrimonio sostenendo di esservi stata costretta[2].

Nel 1404 fu interessato alla mano di Lucia Roberto III di Baviera che inviò i suoi ambasciatori alla corte di Milano per trattare un probabile matrimonio con suo figlio Stefano ma l'instabile situazione politica causata dalla lotta tra i Visconti e i Malatesta chiuse ogni trattativa[3].

Successivamente Lucia fu promessa a Edmund III Holand, duca di Kent. Il matrimonio per procura avvenne nel dicembre del 1406 e la dote prevedeva 70.000 fiorini: il 24 gennaio 1407 a Soutwark furono celebrate le nozze[3]. Lo sposo però morì quello stesso anno, il 15 settembre[1]. Lucia rimase a vivere in Inghilterra per il resto della sua vita.

MorteModifica

Morì nell'aprile del 1424 e venne sepolta a Londra nella chiesa degli Agostiniani[1]. Lasciò in testamento i suoi beni alla sorella Anglesia e a Niccolò Piccinino[3].

NoteModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315940379 · GND (DE1070541133 · CERL cnp02122766
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie