Luciano Agostiniani

linguista italiano

Luciano Agostiniani (Pistoia, 20 marzo 1939) è un linguista e accademico italiano, professore di linguistica generale e filologia comparata a l'università di Perugia. I suoi interessi di ricerca sono la lingua italiana, la dialettologia, la sociolinguistica e la linguistica storica.

BiografiaModifica

Figlio di Rolando Agostiniani e Vanda Beneforti, Luciano Agostiniani ha completato gli studi di letteratura e filosofia all'Università di Firenze nel 1972. Nel 1977 sposa Gabriella Capecchi, docente di archeologia romana a Firenze. Dal 1981 al 1987 ha lavorato come assistente di ricerca presso l'Università di Firenze. Dal 1987 al 2009 è stato professore di linguistica generale e filologia comparata presso l'Università di Perugia. Nel 1993 è diventato direttore dell'Istituto di linguistica.[1]

I suoi interessi di ricerca sono la lingua italiana, la dialettologia e la sociolinguistica. Inoltre, Agostiniani si occupa di semantica, anche in relazione alla fraseologia e al linguaggio, e di linguistica storica. Il suo lavoro si concentra in particolare sulla lingua etrusca, la sua struttura e tipologia della lingua. Ha dato un contributo significativo alla lettura della Tabula Cortonensis.

È membro dell'Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici.[1][2] È inoltre membro della Società italiana di glottologia, Società Internazionale di linguistica e filologia italiana, e membro corrispondente dell'Accademia della Crusca.[1]

OpereModifica

 
Luciano Agostiniani: Le “iscrizioni parlanti” dell’Italia antica. (1982)
  • Iscrizioni anelleniche di Sicilia. Le iscrizioni elime. Olschki, Florence 1977, ISBN 9788822222855.
  • Duenom duenas. καλoς καλo. mlax mlakas. In: Studi Etruschi. 49, 1981.
  • Le “iscrizioni parlanti” dell’Italia antica. Olschki, Florence 1982, ISBN 9788822231376.
  • Sui numerali etruschi e la loro rappresentazione grafica. In: AION Linguistica. Band 17, 1995.
  • Lessico etrusco cronologico e topografico dai materiali del Thesaurus Linguae Etruscae. Olschki, Florence 1988, ISBN 9788822235954.
  • Rivista di epigrafia etrusca. In: Studi Etruschi. 64, 1998.
  • mit Francesco Nicosia: Tabula Cortonensis. Bretschneider, Rome 2000, ISBN 8882650901.
  • Sulla iscrizione di Larthi Cilnei. In: Studi Etruschi. 65–68, 2002.
  • Le iscrizioni di Novilara. Istituti Editoriali e Poligrafici Internazionali, Pisa/Rome 2003.
  • Varietà (diacroniche e geografiche) della lingua etrusca. In: Studi Etruschi. 72, 2006.
  • Epigrafia e lingua elime: un bilancio. Edizioni della Normale, Pisa 2006.
  • Sulla ricostruzione di alcuni aspetti della fonologia dell'etrusco. In: Studi Etruschi. 71, 2007.
  • Rivista di epigrafia etrusca. In: Studi Etruschi. 73, 2007.
  • Non una ma due: sulla lamina con culśanś al Museo dell'Accademia Etrusca e della città di Cortona. In: Studi Etruschi. 75, 2009.
  • Il vaso di Niumsis Tanunis. In: Studi Etruschi. 75, 2009.
  • Sulla grafia e la lingua delle iscrizioni anelleniche di Lemnos. In: Vicenzo Bellelli, Le origini degli Etruschi. Storia Archeologia Antropologia. Bretschneider, Rome 2012, ISBN 9788882657420.
  • The Etruscan Language. In: Jean MacIntosh Turfa: The Etruscan World. Routledge, London 2013, ISBN 9780415673082.
  • Niumsis Tanunis, la Tabula Bantina e la flessione pronominale italica. In: Studi Etruschi. 77, 2014.

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Jean Turfa (a cura di), The Etruscan World, London and New York, Routledge Taylor & Francis Group, 2013, ISBN 978-0-415-67308-2.
  2. ^ Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici, su studietruschi.org. URL consultato il 14 agosto 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7403025 · ISNI (EN0000 0000 8086 1257 · LCCN (ENn78029847 · GND (DE1160883424 · BNF (FRcb12020233c (data) · BNE (ESXX1466843 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n78029847