Lucio Papirio Mugillano (console 427 a.C.)

politico romano
Lucio Papirio Mugillano
Nome originaleLucius Papirius Mugillanus
GensPapiria
Tribunato consolare422 a.C.
Consolato427 a.C.

Lucio Papirio Mugillano [1] (in latino: Lucius Papirius Mugillanus; Roma, ... – ...) è stato un politico romano del V secolo a.C..

ConsolatoModifica

Nel 427 a.C. fu eletto al consolato con Gaio Servilio Strutto Ahala[2].

L'anno passò senza che si arrivasse allo scontro con Veio, accusata di aver compiuto razzie in territorio romano l'anno prima, perché, a seguito del fallito tentativo di composizione pacifica della disputa con gli etruschi, i plebei ottennero che la guerra fosse votata dai comizi centuriati e che la sua conduzione fosse affidata ai tribuni consolari dell'anno successivo.

TribunatoModifica

Nel 422 a.C. fu eletto al tribunato consolare con Lucio Manlio Capitolino e Quinto Antonio Merenda[3].

In quell'anno il tribuno della plebe Lucio Ortensio citò in giudizio Gaio Sempronio Atratino per la conduzione della campagna bellica contro i Volsci dell'anno prima, ma vi desistette per l'opposizione di quattro suoi colleghi tribuni della plebe.

NoteModifica

  1. ^ William Smith, Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1, Boston: Little, Brown and Company, Vol.2 pag.1119 n.2 Archiviato il 28 agosto 2013 in Internet Archive.
  2. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita, IV, 2, 30
  3. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita, IV, 3, 42

Voci correlateModifica