Apri il menu principale

Lucio Pellegrini

regista italiano

BiografiaModifica

Dal 1992 al 1998 lavora come autore in campo televisivo collaborando con MTV, Rai e Mediaset, dove si segnala come autore di trasmissioni come Target e Ciro, il figlio di Target. Il suo esordio in campo cinematografico avviene nel 1999 con il film, E allora mambo!. Nel 2000 è la volta di un'altra commedia, Tandem. Ha curato la realizzazione del cortometraggio Biodegradabile per Legambiente e TELE+, e di numerosi spot pubblicitari.

Del 2003 è il suo terzo film, Ora o mai più, nel quale lancia i quasi esordienti Elio Germano e Riccardo Scamarcio, oltre a Edoardo Gabbriellini e Camilla Filippi. Il film è in concorso al Festival di Locarno. Nel 2005, insieme a Gianni Zanasi, dirige La vita è breve ma la giornata è lunghissima. Il film partecipa alla 62ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, sezione Digitale, dove vince la Menzione speciale della giuria e il Premio Pasinetti per il cast, composto, tra gli altri, da Thomas Trabacchi, Dino Abbrescia, Pierfrancesco Favino e Luciano Scarpa.

Nel 2007 collabora con il regista Marco Ponti allo sviluppo della serie televisiva di Italia 1 La strana coppia, remake dell'omonima serie americana degli anni sessanta ispirata alla commedia di Neil Simon. Interpretata dalla celebre coppia Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Sempre nel 2007, con la Pupkin Production, società di produzione di cui è socio, produce Non pensarci, con la regia di Gianni Zanasi e le interpretazioni di Valerio Mastandrea, Anita Caprioli e Beppe Battiston. Nel 2008 dirige la prima stagione de I liceali, serie TV di Canale 5, prodotta dalla Taodue e interpretata, tra gli altri, da Giorgio Tirabassi, Claudia Pandolfi, Diane Fleri, Carolina Benvenga e Federico Costantini. Nel 2009 dirige la seconda stagione, sempre per Canale 5, con lo stesso cast.

Nell'autunno 2010 gira il suo quarto lungometraggio, Figli delle Stelle, prodotto da Pupkin Production, Itc Movie e Warner Bros. Italia. Scritto insieme a Michele Pellegrini e Francesco Cenni, il film è interpretato da, Pierfrancesco Favino, Fabio Volo, Claudia Pandolfi, Giuseppe Battiston, Paolo Sassanelli e Giorgio Tirabassi. Da quell'esperienza nasce anche l'omonimo libro scritto a quattro mani con lo scrittore Wilson Saba, edito da Bompiani. Sempre nel 2010 gira fra Kenya e Salento il film La vita facile, con Pierfrancesco Favino, Stefano Accorsi e Vittoria Puccini.

Esce nel marzo 2012, il suo sesto lungometraggio, È nata una star?, una commedia con Luciana Littizzetto e Rocco Papaleo tratta dall'omonimo romanzo di Nick Hornby.

Nel 2015/2016 dirige la serie di Rai 1 Tutto può succedere. Nel 2017 dirige per Sky con Francesco Munzi e Niccolò Ammaniti la serie Il Miracolo, per cui riceve il Premio Flaiano per la regia.[1]

Vita privataModifica

È stato sposato con l'attrice Camilla Filippi, con cui hanno due figli maschi[2].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Premi Flaiano, tutti i vincitori, su il Centro, 26 giugno 2019. URL consultato il 10 luglio 2019.
  2. ^ Martina Carocci, Chi è Camilla Filippi, la Cristina di Tutto può succedere?, su gossipetv.com, 20 aprile 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN200187157 · ISNI (EN0000 0003 5760 6057 · SBN IT\ICCU\UBOV\476653 · LCCN (ENno2011025916 · GND (DE1037418034 · WorldCat Identities (ENno2011-025916
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie