Lucy van Pelt

personaggio dei Peanuts

Lucille "Lucy" van Pelt è un personaggio immaginario e una co-protagonista della striscia a fumetti Peanuts, scritta e disegnata da Charles Schulz. È una ragazzina bisbetica e cinica, sorella maggiore di Linus e Replica.

Lucy van Pelt
Lucy con Charlie Brown in una scena a cartoni animati
Nome orig.Lucy van Pelt
Lingua orig.Inglese
AutoreCharles Monroe Schulz
1ª app.3 marzo 1952
1ª app. inPeanuts
Voci orig.
Voci italiane
Caratteristiche immaginarie
Specieumano
SessoFemmina

Caratteristiche modifica

Lucy fa la sua prima apparizione nella striscia del 3 marzo 1952 come una bambina dagli occhi sgranati che tormenta di continuo i genitori. Si evolve poi in una bambina tendenzialmente prepotente, arrogante e piantagrane. Suo bersaglio preferito è Charlie Brown, da lei spesso angariato o preso in giro. Particolarmente celebre, in proposito, è la gag (riproposta numerose volte e in molte varianti) in cui Lucy lo invita a calciare un pallone da football americano che lei tiene a terra, togliendoglielo però regolarmente all'ultimo momento da davanti ai piedi e mandandolo a gambe all'aria. Anche il fratellino Linus è sua vittima, ma questi trova spesso modi creativi per difendersi.[1]

Ė perennemente innamorata di Schroeder, che non corrisponde i suoi sentimenti. Spesso Lucy lo ascolta suonare appoggiata al suo pianoforte, infastidendolo non poco. Tiene inoltre in strada un chiosco da psichiatra, che costa cinque centesimi a visita. Ne fa uso regolarmente Charlie Brown, uscendone però spesso più depresso che rinfrancato. Gioca anche nella squadra di baseball di quest'ultimo, ma con scarsi risultati.[1]

Note modifica

  1. ^ a b Schulz, p. 10.

Bibliografia modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh00009377
  Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti