Apri il menu principale

Luftstreitkräfte und Luftverteidigung der Deutschen Demokratischen Republik

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Luftstreitkräfte (disambigua).
Forze e Difesa aeree della Repubblica Democratica Tedesca
Luftstreitkräfte und Luftverteidigung der DDR
Descrizione generale
Attiva1956 - 1990
NazioneGermania Est Germania Est
TipoAeronautica militare
Stato MaggioreBerlino Est
Battaglie/guerreGuerra fredda
Parte di
Simboli
CoccardaEmblem of aircraft of NVA (East Germany).svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

Le Luftstreitkräfte und Luftverteidigung der Deutschen Demokratischen Republik, ossia Forze e Difesa aeree della Repubblica Democratica Tedesca, erano l'aeronautica militare della Repubblica Democratica Tedesca (RDT) e parte integrante delle forze armate della RDT (Nationale Volksarmee). Essa venne fondata nel 1956, dopo l'ingresso della RDT nel Patto di Varsavia; ottenne il nome completo nel 1957, dopo la fusione con la Difesa aerea (Luftverteidigung).

Luftstreitkräfte era il nome utilizzato dalle forze aeree dell'Impero tedesco tra il 1910 e la fine della Prima guerra mondiale, mentre la Germania Ovest adottò il nome Luftwaffe, già utilizzato dal Terzo Reich a partire dal 1935 (Luftwaffe (Wehrmacht)).

La Luftstreitkräfte utilizzava essenzialmente aeromobili sovietici, tra cui i cacciabombardieri Sukhoi Su-22 e caccia MiG; l'inventario includeva anche elicotteri, aerei leggeri e da addestramento fabbricati in Cecoslovacchia. Le forze aeree della Germania Est erano di gran lunga superiori a quelle degli altri paesi del Patto di Varsavia. Esse infatti erano equipaggiate con i migliori aeromobili di fabbricazione sovietica e non con i soliti mezzi da esportazione, perché nelle strategie sovietiche la RDT svolgeva compiti di prima linea in un'eventuale guerra contro la NATO; questa importanza strategica comportò anche un più pressante controllo dell'Unione Sovietica sulle attività della Luftstreitkräfte.

Dopo l'unione tra le due Germanie la Luftwaffe prese il controllo della Luftstreitkräfte ed equipaggiò i propri piloti con alcuni degli aeromobili così ottenuti, anche se la maggior parte degli equipaggiamenti appartenenti alla DDR erano obsoleti se paragonati con gli standard NATO e vennero in gran parte venduti ad altri paesi. Tuttavia, la Luftwaffe ha mantenuto il MiG-29 in entrambi i ruoli di difesa aerea e attacco per via delle sue eccellenti capacità . Infatti, il MiG-29G (aggiornato con alcune componenti NATO) risultò essere per lungo tempo il più sofisticato caccia da superiorità aerea a disposizione della Luftwaffe, almeno fino all'ingresso in servizio dell'Eurofighter Typhoon.

Capi di Stato Maggiore della Forza AereaModifica

EquipaggiamentoModifica

 
Un Mikoyan-Gurevich MiG-21PFM con le insegne della Luftstreitkräfte
 
Un Antonov An-2 in livrea tedesco-orientale.
Aeromobili, elicotteri e missili utilizzati dalla Luftstreitkräfte nel 1989
categoria tipo numero usato dalla
Luftwaffe
note
aerei da caccia e da addestramento MiG-21 251    
MiG-29 24 fino al 2004 22 passati alla Polonia
MiG-23 47    
MiG-23BN 18    
Su-22 54    
L-39 52    
aerei da trasporto An-2 18    
An-26 12 fino al 1994  
Il-62 3 fino al 1993  
Tu-134 3 fino al 1992  
Tu-154 2 fino al 1997  
L-410 12 fino al 2000  
Z-43 12    
elicotteri Mi-2 25    
Mi-8 98 fino al 1997  
Mi-24 51 fino al 1993  
Mi-14 14    
missili terra-aria S-75 Dwina 48   SA-2 Guideline
S-75 Wolchow 174   SA-2 Guideline
S-125 Newa 40   SA-3 Goa
S-200 Wega 24   SA-5 Gammon
S-300P 12   SA-10 Grumble; sono stati restituiti all'Unione Sovietica prima della riunificazione tedesca

NoteModifica


Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica