Apri il menu principale

Luigi Cerretti (Modena, 1º novembre 1738Pavia, 4 marzo 1808) è stato un poeta e scrittore italiano.

Fu professore di storia all'università di Modena dal 1772 al 1778, anno in cui passò alla cattedra di eloquenza fino al 1796. Successivamente fu nominato presidente dell'Accademia di belle arti e nel 1804 successe a Vincenzo Monti alla cattedra di eloquenza all'Università di Pavia, che tenne fino alla morte.

Fu ministro della Repubblica Cisalpina.

Autore di scritti teorici (Istituzioni di eloquenza e Delle vicende del buongusto) e di traduzioni dal greco e dal latino di autori classici, tenta vari generi, dalla novella di gusto preromantico alla tragedia, dalla canzonetta erotica all'ode sepolcrale ma le sue migliori prove vanno cercate fra le rime neoclassiche, ispirate soprattutto a Ludovico Savioli (Poesie, 1799).

BibliografiaModifica

  • Walter Binni, Classicismo e neoclassicismo nella letteratura del Settecento, Firenze 1963, pp. 154-157.
  • Claudio Chiancone, Le lettere inedite di Fiorenza Vendramin Sale a Luigi Cerretti (1795-1796), in Quaderni veneti, 40, dicembre 2004, pp. 121-164.
  • Sergio Momesso, La collezione di Antonio Scarpa (1752–1832), Cittadella (Padova) 2006, pp. 12-23, 215-248 (sulla sua attività per l'Accademia di Belle Arti di Modena e sulla sua collezione d'arte).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68918274 · ISNI (EN0000 0000 6121 5276 · SBN IT\ICCU\LO1V\090282 · GND (DE1054320144 · BNF (FRcb103461665 (data) · BAV ADV10023005 · CERL cnp01305875