Luigi I di Anhalt-Köthen

Luigi I di Anhalt-Köthen
Ludwig I. von Anhalt-Köthen.jpg
Ritratto del principe Luigi I di Anhalt-Köthen
Principe di Anhalt-Köthen
In carica 1603 - 1650
Predecessore Titolo creato
Successore Guglielmo Luigi di Anhalt-Köthen
Nascita Dessau, 17 giugno 1579
Morte Köthen, 7 gennaio 1650
Padre Gioacchino Ernesto, principe di Anhalt
Madre Eleonora di Württemberg
Consorti Amena Amalia di Bentheim-Tecklenburg
Sofia di Lippe
Figli Luigi
Guglielmo Luigi

Luigi I di Anhalt-Köthen (Dessau, 17 giugno 1579Köthen, 7 gennaio 1650) fu principe di Anhalt-Köthen della dinastia degli Ascanidi.

BiografiaModifica

Luigi era il figlio minore del Principe Gioacchino Ernesto di Anhalt e di sua moglie, Eleonora di Wuerttemberg. Alla morte del padre, nel 1586, Luigi si pose col fratello come guardiano del Principe Giovanni Giorgio I di Anhalt-Dessau nella città di Dessau.

All'età di 17 anni, il Principe Luigi intraprese un viaggio della durata di un anno (dal 1596 al 1597) in Gran Bretagna, Francia e Paesi Bassi. L'anno successivo fece ritorno a Dessau, da dove partì nel 1598 alla volta della Svizzera per poi passare all'Austria, Ungheria e Italia, dove rimase sino al 1602. Durante il suo lungo soggiorno a Firenze, il Principe Luigi venne accettato, su suggerimento del proprio insegnante, Bastiano de' Rossi, come primo membro tedesco dell'Accademia della Crusca e qui ottenne il nome fittizio di L'Acceso.

Sulla base di quest'accademia, tornato in patria, fonderà la Società dei Carpofori, un circolo letterario che riunirà a Köthen i moltissimi principi tedeschi che vi aderiranno e i letterati di gran parte dell'Europa dell'epoca.

In seguito completò il proprio tour tornando in Francia, Gran Bretagna e Paesi Bassi, divenendo Governatore della Regione dell'Anhalt-Köthen nel 1606. Il 31 ottobre di quello stesso anno sposò Amoena Amalia di Bentheim Tecklenburg, dalla quale ebbe un solo figlio, il Principe Luigi di Anhalt-Köthen, che però morì in gioventù.

Il Principe rimase per tutta la propria vita militarmente e politicamente riservato, ma promosse grandemente l'agricoltura del paese, facendo costruire gli attuali splendidi giardini in stile italiano che adornavano il principato. Con il supporto del finanziere Wolfgang Ratke, nel 1619 iniziò a Köthen un grande progetto scolastico. A causa di propri interessi personali illeciti nella faccenda, nel 1619 Wolfgang Ratkes venne arrestato, ma il Principe Luigi continuò il proprio progetto anche da solo. Questo progetto conteneva tra l'altro una grande enciclopedia in tedesco, la prima nel suo genere.

Nella Guerra dei Trent'anni il Re Gustavo II Adolfo di Svezia trasferì al Principe Luigi il governatorato della Diocesi di Magdeburgo.

Il 3 settembre 1625 Amoena Amalia morì alla sola età di 39 anni. L'anno successivo, il Principe si risposò con Sofia, figlia del Conte Simone VI di Lippe il 12 settembre. La coppia ebbe un figlio, il Principe Guglielmo Luigi di Anhalt-Köthen, che diverrà il suo successore.

Il 7 gennaio 1650 Luigi morì all'età di 70 anni, a Köthen dove venne sepolto nella chiesa di San Giacomo.

Matrimonio ed erediModifica

In prime nozze Luigi I sposò nel 1606 Amena Amalie di Bentheim Tecklenburg und Steinfurt, figlia del conte Arnoldo III di Bentheim-Tecklenburg e di Maddalena di Neuenahr-Alpen, dalla quale ebbe due figli:

Alla morte della prima moglie, nel 1625, l'anno successivo Luigi I si risposò con Sofia di Lippe, figlia del conte Simone VI, dalla quale ebbe i seguenti eredi:

  • Amalie Luisa (1634-1635)
  • Guglielmo Luigi (1638-1665), sposò la Principessa Elisabetta Carlotta di Anhalt-Harzgerode (1647-1723)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN188136104 · ISNI (EN0000 0000 8077 5818 · LCCN (ENn85301196 · GND (DE118574868 · BNF (FRcb12332013d (data) · BAV (EN495/34979 · CERL cnp00872928 · WorldCat Identities (ENlccn-n85301196
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie