Luigi I di Montpensier

Luigi I
Delfino d'Alvernia
Stemma
In carica 1428 - 1486
Predecessore Giovanna
Successore Gilberto
Conte di Montpensier
In carica 1434 - 1486
Predecessore Maria di Berry
Successore Gilberto
Nome completo Luigi di Borbone
Altri titoli Conte di Clermont e di Montferrand, signore di Mercorio e conte di Sancerre
Nascita 1405 circa
Morte maggio 1486
Luogo di sepoltura Aigueperse (Puy-de-Dôme)
Dinastia Borbone
Padre Giovanni I di Borbone
Madre Maria di Berry
Consorte Giovanna, delfina d'Alvernia
Gabrielle de La Tour d'Auvergne
Figli Gilberto
Giovanni
Gabrielle e
Charlotte, di secondo letto

Luigi di Borbone o Luigi I di Montpensier (1405 circa – maggio 1486) fu conte di Montpensier, dal 1434 delfino d'Alvernia, signore di Mercœur e di Combrailles, conte di Clermont e di Sancerre, dal 1428 (assieme alla moglie, Giovanna e poi dal 1436 da solo) sino alla sua morte.
Fu il capostipite del ramo capetingio borbonico dei Borbone-Montpensier.

OrigineModifica

Sia secondo lo storico e genealogista francese, Pierre de Guibours, detto Père Anselme de Sainte-Marie o più brevemente Père Anselme, nel suoHistoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, che secondo lo scrittore e uomo politico, originario del borbonese, Simon de Coiffier de Moret, nel suo Histoire du Bourbonnais et des Bourbons qui l'ont possédé, Volume 1, Luigi era il figlio terzogenito del quarto Duca di Borbone, Conte di Clermont e conte di Forez, Giovanni I e della moglie, la duchessa d'Alvernia e contessa di Montpensier, Maria di Berry[1][2], che, secondo ancora Père Anselme era la figlia quartogenita del duca di Berry e d'Alvernia e conte di Poitiers e Montpensier, Giovanni di Francia (13401416) e della prima moglie Giovanna d'Armagnac[3] (24 giugno 1346-1387), che, secondo i Documens historiques et généalogiques sur les familles et les hommes remarquables du Rouergue, che secondo Père Anselme, era la figlia terzogenita del Conte di Rodez, conte d'Armagnac[4] e di Fezensac e visconte di Lomagne[5] e d'Auvillar, Giovanni I (1306 -† 1373) e della contessa di Charolais, Beatrice di Clermont[6][7] (gennaio 1311 - Rodez 25 agosto 1364).
Giovanni I di Borbone, ancora, sia secondo Simon de Coiffier de Moret, che Père Anselme era figlio del secondo Duca di Borbone e Conte di Clermont, Luigi II il Buono e di sua moglie, la Contessa di Forez Anna d'Alvernia[8][9], che, secondo l'Extrait des registres de Parlement datato 1436, era l'unica figlia del Conte di Clermont e di Montferrand e Delfino d'Alvernia, Beraldo II e di Giovanna di Forez († 1369)[10].

BiografiaModifica

Sua madre, Maria, era al suo terzo matrimonio:

Alcuni storici ipotizzano che la nascita di Luigi fosse avvenuta dopo il 1412, cioè dopo la morte del fratello secondogenito, anche lui di nome Luigi[18].

 
Blasone di Luigi prima del 1428.

Luigi ebbe contatti col Delfino d'Alvernia, Beraldo III, per sposare la sua unica figlia, Giovanna, come ci viene confermato dallo storico, chierico, canonista e bibliotecario francese, Étienne Baluze[19].
Dopo la morte di Beraldo III, avvenuta nel 1424, i contatti proseguirono e, due anni dopo fu organizzato il matrimonio di Luigi Giovanna; il documento n° 5282 dei Titres de la maison ducale de Bourbon, datato 9 ottobre 1426, riferisce di un primo accordo tra Carlo I di Borbone, fratello di Luigi e gli zii di Giovanna, Roberto, vescovo di Chartres, Giacomina, badessa a Saint-Menoux e Bertrando, signore de La Tour[20]; infatti il contratto matrimoniale tra Luigi (dominus Ludovicus de Bourbon filius) e Giovanna (domicella Johanna Dalphina Arverniæ comitissa Claromontis et de Sacrocæsare), secondo le Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, fu siglato l'8 dicembre 1426[21].
Il matrimonio fu celebrato due anni dopo, nel 1428[22]: Luigi sposò Giovanna (1412-1436), Contessa di Clermont, di Montferrand e di Sancerre e Delfina d'Alvernia, l'unica figlia del Delfino d'Alvernia, Conte di Clermont, di Montferrand e di Sancerre, Beraldo III e della sua prima moglie, Giovanna de La Tour[23], figlia della Contessa d'Alvernia e di Boulogne, Maria I e del marito, il signore de La Tour, Bertrando IV[24]; anche un documento, datato 1436, delle Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2 conferma che Giovanna (Johanna Dalphina) era la figlia di Beraldo III e Giovanna de La Tour[25].

Luigi non prese parte ai conflitti del tempo, a parte nel 1430 contro gli Inglesi nei pressi di Beauvais; per lo più visse nelle sue terre.

Il 20 maggio del 1436, sua moglie, Giovanna, essendo malata e sentendosi allo stremo delle forze, fece testamento, ed essendo senza eredi, indicò come erede di tutti i suoi beni il marito, Luigi di Borbone[22].
Giovanna morì sei giorni dopo, nel castello di Ardes e Luigi le succedette come Delfino d'Alvernia, primo delfino della dinastia dei Borbone[22], anche un documento delle Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, conferma la morte di Giovanna il 26 maggio 1436 (XXVI. Maii. Obiit domina Joanna comitissa Claromontis et Delphina Arverniæ MCCCCXXXVI)[26].

Luigi, dopo essere rimasto vedovo, si risposò, nel 1442, con Gabrielle de La Tour d'Auvergne (+1486), figlia del signore de La Tour e conte d'Alvernia e conte di Boulogne, Bertrando V de La Tour e di Jacquette du Peschin[27], figlia del signore di Peschin, Luigi, e della moglie, Yseul de Sully[28]; il contratto di matrimonio era stato stipulato il 16 febbraio 1442[29]; dato che Gabrielle era cugina di Giovanna, era stato necessario ottenere una dispensa da papa Eugenio IV[27].

Nel 1480, il re di Francia, Luigi XI, lo incaricò di incontrare il legato di papa Sisto IV, il cardinale, Giuliano della Rovere[30].

Nel 1483, Luigi assistette all'incoronazione del nuovo re di Francia, Carlo VIII[30], che, l'anno dopo, lo incaricò, come capo dell'ambasciata, di presentare il devoto omaggio filiale di Carlo VIII a papa Innocenzo VIII[30] (l'ambasciata era partita per rendere omaggio a Sisto IV, ma quando arrivò a Roma, trovò un nuovo papa, Innocenzo VIII[30]).

Luigi morì nel maggio 1486 e fu inumato nella cappella di San Luigi ad Aigueperse, da lui fondata[27]; come Delfino d'Alvernia e Conte di Montpensier gli succedette il figlio primogenito Gilberto.

DiscendenzaModifica

Luigi da Gabrielle ebbe quattro figli[18][31]:

NoteModifica

  1. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tome premier, pag 304
  2. ^ (FR) #ES Histoire du Bourbonnais et des Bourbons qui l'ont possédé, Volume 1, pag. 280
  3. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus III, comtes d'Armagnac, XVIII, pagina 421
  4. ^ La Contea d'Armagnac occupava un territorio corrispondente alla quasi totalità dell'attuale dipartimento di Gers ed una parte delle Landes.
  5. ^ La Lomagne è un territorio nel nord-est della Guascogna, sulla sponda sinistra della Garonna
  6. ^ (FR) RDocumens historiques et généalogiques sur les familles et les hommes remarquables du Rouergue, pag. 238
  7. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus III, comtes d'Armagnac, XIV, pagina 418
  8. ^ (FR) #ES Histoire du Bourbonnais et des Bourbons qui l'ont possédé, Volume 1, pag. 272
  9. ^ (FR) #ES Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, Ducs de Bourbon, pag. 302
  10. ^ (LA) #ES Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2, Extrait des registres de Parlement, pagg. 374 e 375
  11. ^ (FR) Histoire de la maison de Chastillon-sur-Marne, pag. 181
  12. ^ a b c (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus I, Branche de Valois, pagina 108
  13. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: COMTES de BLOIS 1218-1397 (AVESNES, CHÂTILLON) - MARIE de Berry (LOUIS II de Châtillon)
  14. ^ (FR) #ES Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 23, Chronique des comtes d’Eu, pag. 448
  15. ^ a b (FR) #ES Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 23, Ex Obituario ecclesiæ Augensis, pag. 448
  16. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: COMTES d'EU (CAPET) - MARIE de Berry (PHILIPPE d'Artois)
  17. ^ (FR) #ES Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, Dernier Ducs de Bourgogne, pag. 241
  18. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: duchi di Borbone - LOUIS de Bourbon
  19. ^ (FR) Baluze, Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, livre II, pag 211
  20. ^ (FR) Titres de la maison ducale de Bourbon, doc. 5282, pagg. 232 e 233
  21. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, Extrait des Archives des Dauphins d'Auvergne, pagg. 415 - 421
  22. ^ a b c (FR) L'art de vérifier les dates des faits historiques, des chartes, des chroniques, pag 165
  23. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, justifiée par chartes, titres, livre quatrième, pag. 118
  24. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre troisième, pag. 86
  25. ^ (LA) #ES Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2, Extrait des registres, pag. 374
  26. ^ (LA) #ES Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2, Extrait de l'obitoire, pag. 422
  27. ^ a b c d e f (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tome premier, pag 314
  28. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre troisième, pag. 88
  29. ^ (LA) #ES Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2, Extrait du tresor des chartes de France, pagg. 650 - 652
  30. ^ a b c d (FR) L'art de vérifier les dates des faits historiques, des chartes, des chroniques, pag 166
  31. ^ (EN) #ES Genealogy: capet 22 - Louis "le Bon"
  32. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tome premier, pagg 314 e 315

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica