Luigi V d'Assia-Darmstadt

Luigi V
1577 Ludwig.JPG
Ritratto del langravio Luigi V d’Assia-Darmstadt
Langravio d'Assia-Darmstadt
In carica 7 febbraio 1596 –
27 luglio 1626
Predecessore Giorgio I
Successore Giorgio II
Nascita Darmstadt, Langraviato d'Assia-Darmstadt, 24 settembre 1577
Morte nei pressi del castello di Rheinfels, 27 luglio 1626
Casa reale Casato d'Assia
Padre Giorgio I, langravio d'Assia-Darmstadt
Madre Maddalena di Lippe
Consorte Maddalena di Brandeburgo
Figli Elisabetta Maddalena
Anna Eleonora
Sofia Agnese
Giorgio
Giuliana
Giovanni
Federico

Luigi V d'Assia-Darmstadt (Darmstadt, 24 settembre 157727 luglio 1626) fu Langravio d'Assia-Darmstadt dal 1596 al 1626.

BiografiaModifica

Nato nel 1577, Luigi era figlio di Giorgio I d'Assia-Darmstadt, e della sua prima moglie, Maddalena di Lippe, figlia di Bernardo VIII di Lippe.

RegnoModifica

Dopo la morte di suo padre, Luigi e i suoi fratelli furono infeudati con l'Assia-Darmstadt nel 1597 dall'imperatore Rodolfo II. Poco dopo, assunse il governo dopo aver dimesso finanziariamente i suoi fratelli. Nel 1600 acquista dal conte di Ysenburg i territori di Kelsterbach con Mörfelden e Langen, promesso dall'imperatore dopo lunghe controversie con la famiglia Ysenburg.

Luigi era un eccezionale cacciatore[1], ma mantenere la sua corte era molto costoso e aveva sempre bisogno di denaro[2].

Assia-MarburgoModifica

Dopo la morte senza figli di Luigi IV, Luigi V ereditò metà dell'Assia-Marburgo nel 1604. A causa delle riforme calviniste del Langravio Maurizio d'Assia-Kassel, che aveva ereditato l'altra metà dell'Assia-Marburgo, che contraddiceva alla volontà di Luigi IV, Luigi V sollevò una rivendicazione su tutta l'Assia-Marburgo. Durante la Guerra dei Trent'anni questo portò a gravi controversie tra l'evangelico Luigi V, che era tuttavia dalla parte dell'imperatore, e Maurizio, che era dalla parte dei protestanti. Luigi riuscì a mantenere neutrale l'Assia-Darmstadt all'inizio della guerra, ma si alleò dopo l'invasione di Cristiano di Brunswick nell'Alta Assia nel 1621 con l'imperatore. Come risultato della battaglia di Wimpfen nel 1622, che l'imperatore riuscì a vincere, Luigi V ricevette tutta l'Assia-Marburgo per la sua lealtà. Durante questi scontri, Luigi fu brevemente catturato dai protestanti nel 1622. L'Assia-Darmstadt soffrì grandemente della vendetta degli svedesi nel corso del conflitto.

Università di GießenModifica

Dopo che il Langravio Maurizio d'Assia-Kassel aveva introdotto il Calvinismo all'Università di Marburgo nel 1605, alcuni teologi luterani lasciarono l'università e andarono a Gießen. Fino all'ottenimento del brevetto imperiale per un'università, nel 1605 fu fondato un “Ginnasio illustre” (illustre et principale Gymnasium Gissense) con annesso “Pedagogium”. Il 19 maggio 1607 l'imperatore Rodolfo II concesse il brevetto universitario a Praga. Il "Ginnasio illustre" divenne l '"Academia Gissena" (poi Ludoviciana). La scuola latina (la pedagogia) vive ancora oggi nel Landgraf-Ludwigs-Gymnasium.

Al Reichstag di Ratisbona del 1623, fu l'unico principe che, insieme all'imperatore, votò duri decreti contro l' Unione protestante e l'Elettore Palatinato. Durante l'assedio del castello di Rheinfels, Luigi morì all'età di 49 anni nella Niedergrafschaft Katzenelnbogen .

MatrimonioModifica

Sposò, il 14 giugno 1598 a Berlino, Maddalena di Brandeburgo (1582-1616), figlia dell'elettore Giovanni Giorgio di Brandeburgo. Ebbero dodici figli:

Luigi v ebbe un figlio illegittimo:

MorteModifica

Luigi V morì il 27 luglio 1626 nei pressi di Rheinfels.

Nel 1722, Johann Georg Liebknecht, un astronomo dell'Università di Gießen, scoprì una stella a cui diede il nome, pensando fosse un pianeta, Sidus Ludoviciana dal nome di Ludovico Sidus Ludoviciana.

NoteModifica

  1. ^ Einer seiner engsten Vertrauten war sein Oberjäger- und Oberforstmeister Georg Bernhard von Hertingshausen, den er zum Fürstlichen Rat und Geheimen Kriegskommissar machte.
  2. ^ August Friedrich Gfrörer: Gustav Adolph: König von Schweden und seine Zeit. 3. Auflage, Adolph Krabbe, Stuttgart, 1852, S. 465

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71776721 · ISNI (EN0000 0000 5339 450X · GND (DE102119538 · CERL cnp00260884 · WorldCat Identities (ENviaf-71776721
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie