Apri il menu principale

Luigi Zerbinati

attore italiano

BiografiaModifica

Dopo aver conseguito il diploma di ragioniere si trasferì a Roma e seguì i corsi del Centro sperimentale di cinematografia, frequentando inoltre una scuola di danza classica. Nel 1936 esordì nel cinema con Il fu Mattia Pascal di Pierre Chenal. Attore esile e di piccola statura, Zerbinati si specializzò nei ruoli di scemo del villaggio, ubriacone, buffone, e stupidotto in genere, che limitarono fortemente lo sviluppo della sua carriera.

Oltre a lavorare in teatro, Zerbinati apparve comunque in film importanti come Ettore Fieramosca di Alessandro Blasetti, L'albergo degli assenti di Raffaello Matarazzo e Centomila dollari di Mario Camerini.

Dal 1942 al 1961 lavorò prevalentemente in teatro in compagnie minori ma ritornò con Dino Risi al cinema ne Il sorpasso, ricoprendo il ruolo del commendatore. Lavorò poi, fra gli altri, con Luciano Salce e soprattutto con Federico Fellini nel suo Satyricon, ne I clowns e ne Il casanova.

I suoi ultimi film furono Todo modo di Elio Petri del 1976 e Doppio delitto di Steno nel 1977, dopodiché si allontanò dal mondo dello spettacolo.

FilmografiaModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica