Luis Altamirano

generale e politico cileno
Luis Altamirano
Luis Altamirano.jpg

Presidente della Giunta militare del Cile
Durata mandato 11 settembre 1924 –
23 gennaio 1925
Predecessore Arturo Alessandri
(come Presidente del Cile)
Successore Pedro Dartnell

Dati generali
Partito politico Indipendente
Università Bernardo O'Higgins Military School
Luis Altamirano
NascitaConcepción, 7 giugno 1876
MorteSantiago del Cile, 25 luglio 1938
Dati militari
Paese servitoFlag of Chile.svg Cile
Forza armataFlag of the Chilean Army.svg Esercito cileno
Corpoartiglieria
Anni di servizio1891-1925
GradoGenerale di divisione
GuerreGuerra civile in Cile
BattaglieColpo di Stato in Cile del 1924
Comandante diEsercito cileno
(Comandante in capo 1922-1924)
voci di militari presenti su Wikipedia

Luis Altamirano Talavera (Concepción, 7 giugno 1876Santiago del Cile, 25 luglio 1938) è stato un generale e politico cileno Fu vicepresidente e poi capo della Giunta militare che governò il Cile dal 12 settembre 1924 al 23 gennaio 1925..

BiografiaModifica

Intrapresi gli studi universitari di Giurisprudenza, entrò alle dipendenze del Ministero della Giustizia. Nel 1891 partecipò alla guerra civile tra il presidente liberale José Manuel Balmaceda e il Congresso Nazionale, a maggioranza conservatrice, schierandosi col Congresso e iniziando una carriera militare che l'avrebbe portato nel 1925 al grado di Ispettore Generale dell'Esercito, il più alto della gerarchia militare cilena.

Nominato ministro della Guerra e della marina dal presidente Arturo Alessandri Palma (1923-1924), dopo l'episodio del cosiddetto Ruido de Sables (rumore delle sciabole: il rumore prodotto dai militari battendo le loro sciabole contro le pareti del Congresso per manifestare il malcontento per l'operato dei parlamentari, poco attenti alla difficile situazione economica e sociale del Cile) venne nominato ministro dell'Interno dietro pressione dei militari. I militari fecero pressione sul Congresso perché approvasse diversi provvedimenti politici, sociali ed economici in nome dell'esercito. Il presidente Alessandri presentò le proprie dimissioni, che furono respinte e commutate in sei mesi di congedo all'estero, e il generale Altamirano assunse la carica di vicepresidente (riservata, secondo la Costituzione, al ministro dell'Interno) il 12 settembre 1924.

In seguito Altamirano costituì assieme all'ammiraglio Neff e al generale Bennett una Giunta militare, della quale assunse la presidenza, che sciolse il Congresso Nazionale e assunse poteri dittatoriali. La Giunta varò una serie di provvedimenti per superare la crisi economica e riformare le amministrazioni locali, ma fu rovesciata il 23 gennaio 1925 da un altro colpo di Stato, guidato dai generali Marmaduke Grove e Carlos Ibáñez del Campo.

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie