Apri il menu principale

Società Sportiva Racing Club Roma

società calcistica italiana
(Reindirizzamento da Lupa Castelli Romani)
SS Racing Club Roma
Calcio Football pictogram.svg
Racing club roma stemma.png
Racing, Gialloverdi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Yellow HEX-FED10A Green HEX-058B05.svg Giallo, verde
Simboli Lupo
Dati societari
Città Ardea
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 2013
Scioglimento2017
Stadio Casal del Marmo
(2 500 posti)
Sito web www.ssracingroma.it
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Società Sportiva Racing Club Roma S.r.l., meglio nota come S.S. Racing Club Roma, o Racing Roma è una società calcistica italiana con sede ad Ardea[1], nella Città metropolitana di Roma Capitale.

Fondata nel 2013 con il nome di Associazione Sportiva Lupa Castelli Romani, ha assunto la suddetta denominazione nel 2016, per poi cessare le attività con la prima squadra nel 2017 a seguito della cessione della prima squadra al Fondi, rinominato in seguito Racing Club Fondi, rimanendo dunque attiva solo col settore giovanile.

Il maggior successo ottenuto dal club nella sua breve storia è costituito da due partecipazioni consecutive alla Lega Pro, terzo livello del campionato italiano di calcio.

I colori sociali erano il giallo e il verde e disputava le partite di casa allo Stadio Casal del Marmo.

Indice

StoriaModifica

La fondazione (2013)Modifica

La società nasce il 30 giugno 2013 su iniziativa di un gruppo di dirigenti provenienti dal Cynthia di Genzano, con lo scopo di riempire il vuoto lasciato nel calcio frascatano dalla storica squadra cittadina, la Lupa Frascati (che aveva lasciato la città per trasferirsi nel quartiere romano di Axa), coinvolgendo al contempo nel progetto tutta l'area dei Castelli Romani.[2]

La direzione generale e la panchina vennero affidate ad altri due ex esponenti dei quadri societari del Cynthia, Alessandro Virzi e Cristiano Gagliarducci. Grazie all'acquisto del titolo sportivo del Real TBM Zagarolo di Tor Bella Monaca e Zagarolo (RM), la Lupa Castelli Romani poté quindi debuttare nel campionato laziale di Eccellenza (all'epoca sesta divisione nazionale), venne scelto come campo da gioco lo Stadio VIII di Frascati.

Le stagioni dilettantistiche (2013-2015)Modifica

La stagione di debutto, nel girone B laziale di Eccellenza, portò ottimi risultati: la formazione giallorossa ottenne la vittoria del campionato con 6 giornate di anticipo, ottenendo il record assoluto di punti totali (90 punti, contro gli 84 del Ferentino nell'annata 2000-01), in vittorie (28, contro le 27 sempre del Ferentino) e in gol all'attivo (94 gol, contro i 91 della Lupa Frascati nel 2010-11). La squadra con alla guida Gagliarducci, quindi ottenne dopo un solo anno dalla nascita la promozione in Serie D. In Coppa Italia Dilettanti Lazio raggiunse i sedicesimi di finale

Per il debutto in Serie D, nel girone G, la Lupa Castelli Romani cambia campo di gioco, trasferendo le partite di casa allo Stadio Montefiore di Rocca Priora (gestito dall'ex portiere azzurro Marco Amelia, che diventa anche presidente onorario del club) e affidando la panchina a Mario Apuzzo, il quale era subentrato a Gagliarducci pocho prima che iniziasse il campionato, il quale tuttavia (a seguito di alcuni risultati negativi) viene sostituito dopo poche partite dall'ex difensore Giorgio Galluzzo. La nuova stagione si chiude nuovamente con la vittoria del girone con due giornate di anticipo, che consente alla squadra, dopo due soli anni di vita, l'accesso alla Lega Pro.[3][4]Anche il cammino in Coppa Italia Serie D è altalenante, i laziali infatti verranno eliminati solo in semifinale. Invece il percorso per aggiudicarsi lo Scudetto di Serie D è breve e la Lupa viene eliminata nella fase a gironi.

L'ascesa nel professionismo (2015-2017)Modifica

La stagione inizia con l'addio del presidente Virzi, che aveva portato la Lupa dall'Eccellenza alla Lega Pro, la squadra viene ceduta a Pietro Rosato. A seguito della promozione in Lega Pro 2015-2016 la società sceglie di giocare le sue gare interne a Rieti, nello stadio Centro d'Italia-Manlio Scopigno, cambiando altresì i propri colori sociali in quelli reatini (dal preesistente giallo-rosso all'amaranto-celeste). La stagione tuttavia si conclude con l'ultimo posto in classifica e l'immediata retrocessione in Serie D. La prima stagione in Coppa Italia Lega Pro vede gli amaranto-celesti sconfitti ai sedicesimi di finale.

Il 18 maggio 2016 il proprietario Pietro Rosato, annuncia l'avvenuta cessione della società a Antonio Pezone[5], già proprietario della Racing Club di Ardea, militante nel campionato di Eccellenza, che la rinomina Società Sportiva Racing Club Roma, ottenendone il ripescaggio in Lega Pro e spostando la sede legale a Roma per usufruire dello Stadio Casal del Marmo (di 2500 posti), adeguato alla categoria. La stagione termina tuttavia nuovamente con l'ultimo posto in stagione regolare e la retrocessione in Serie D. In Coppa Italia Lega Pro l'esperienza dura poco e il Racing esce alla fase a gironi.

Lo scioglimento e l'attività a livello giovanile (2017)Modifica

A giugno viene nomonato come nuovo allenatore Giuseppe Giannini, ma a luglio 2017 il patron Pezone, dopo aver acquistato il Fondi, ridenominandolo Racing Club Fondi[6] non iscrive il Racing Roma alla Serie D e così termina la storia del sodalizio fondato nel 2013, che rimane attivo per il solo settore giovanile con sede e base ad Ardea.[7]

CronistoriaModifica

Cronistoria della Società Sportiva Racing Club Roma
  • 2013 - Fondazione dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Lupa Castelli Romani, che acquista il titolo sportivo del Real TBM Zagarolo e si iscrive al campionato di Eccellenza.
  • 2013-2014 - 1ª nel girone B dell'Eccellenza Lazio. Promossa in Serie D.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Dilettanti Lazio.
Semifinalista di Coppa Italia Serie D.
Fase a gironi della Poule Scudetto Serie D.
  • 2015 - Cambia denominazione in Associazione Sportiva Lupa Castelli Romani S.r.l.
  • 2015-2016 - 18ª nel girone C della Lega Pro. Retrocessa e successivamente riammessa a completamento organici.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2016 - L'Associazione Sportiva Lupa Castelli Romani viene rinominata Società Sportiva Racing Club Roma S.r.l. e trasferisce la sede a Roma.
  • 2016-2017 - 20ª nel girone A della Lega Pro. Retrocessa in Serie D.
Fase eliminatoria a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2017 - Non si iscrive alla Serie D rimanendo attiva col settore giovanile, trasferendo la sede ad Ardea.
  • 2017- Attività con il settore giovanile.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

Dopo aver giocato le prime due stagioni in tenuta giallo-rossa, nel 2015-2016 il club ha mutato i propri colori sociali in amaranto e celeste (analogamente al FC Rieti, di cui condivideva lo stadio casalingo), mantenendo il giallo come tinta complementare. I colori sono stati ulteriormente modificati in giallo-verde nel 2016 a seguito del cambio di proprietà ed acquisizione del nome Racing Club.

Anni Colori Denominazione
2013-2015   Associazione Sportiva Dilettantistica Lupa Castelli Romani
2015-2016   Associazione Sportiva Lupa Castelli Romani
2016-2017   Società Sportiva Racing Club Roma

Evoluzione prima divisa

2014-2015
2015-2016
2016-2017

Evoluzione seconda divisa

2014-2015
2015-2016
2016-2017

Evoluzione terza divisa

2014-2015
2015-2016
2016-2017

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Evoluzione dello stemma
 
Il logo usato nella stagione 2015-2016.
 
Il logo utilizzato a partire dal 2016.

Il primo simbolo del club era costituito da uno scudo sannitico amaranto, bordato di bianco e granata, con sovrapposto un cerchio dorato contenente l'effigie di un lupo disegnata in granata; esso sormontava una fascia ricurva sempre amaranto/granata, contenente la dicitura LUPA A.S.D., racchiusa tra due stelle dorate. L'estremità inferiore dello scudo, colorata egualmente di bianco, contiene un'ulteriore stella. Al di sotto dell'insieme era infine apposta la scritta Castelli Romani.

Nel 2015 venne adottato un nuovo scudetto color amaranto con un palo centrale celeste (bordato d'oro e grigio), contenente il disegno di una testa di lupo grigia. La fascia superiore conteneva la scritta LUPA, in caratteri dorati.

Con l'acquisizione della denominazione Racing Club Roma è stato adottato un nuovo stemma circolare, colorato di giallo (tendente a sfumare in bianco verso il basso), racchiuso da una corona circolare color verde acceso, contenente nella parte inferiore la ragione sociale, scritta a caratteri bianchi. Al centro dell'insieme sono collocate le lettere R (verde) e C (nera), in carattere corsivo, sormontanti un classico pallone da calcio modello Telstar.

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Centro d'Italia-Manlio Scopigno.

Nella stagione 2013-2014 la squadra ha usufruito dello Stadio VIII Settembre di Frascati.

Dalla stagione 2014-2015 il sodalizio ha disputato le partite casalinghe allo Stadio Montefiore di Rocca Priora.

Nel 2015, a seguito della promozione in Lega Pro, stante l'inadeguatezza strutturale dello stadio di Rocca Priora ai canoni del calcio professionistico italiano, la squadra ha eletto a campo interno lo Stadio Centro d'Italia-Manlio Scopigno di Rieti.

Nel 2016, con il cambio della denominazione Racing Club Roma, il campo interno è divenuto lo Stadio Casal del Marmo, impianto sito nel territorio comunale di Roma di proprietà del sodalizio dilettantistico A.S.D. Astrea, tuttavia quest'ultimo viene abbandonato dopo una sola stagione a causa dello scioglimento della società.

Centro di allenamentoModifica

Il Racing Roma si allenava allo Stadio Casal del Marmo. In passato ha usufruito come sedi per gli allenamenti lo stadio VIII Settembre, lo stadio Montefiore e lo stadio Centro d'Italia-Manlio Scopigno.

SocietàModifica

Modifica

 
Cronologia degli sponsor tecnici
  • 2013-2014 Nessuno
  • 2014-2015 Gems
  • 2015-2016 Legea
  • 2016-2017 Frankie Garage Sport
 
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 2013-2014 Dolce Amaro
  • 2014-2015 Dolce amaro, poi Euro Company
  • 2015-2016 Way Of Coffee, poi Asklepion Fisioterapia
  • 2016-2017 Groupama Assicurazioni, E & C Logistica S.p.a. e Istituti Scolastici Paritari Steve Jobs

Settore giovanileModifica

Il Racing Roma disponeva di un proprio settore giovanile che era costituito da formazioni che giocavano nei campionati Berretti, Under17 e Under15.

Allenatori e presidentiModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori della S.S. Racing Club Roma

Di seguito l'elenco degli allenatori e dei presidenti della società:

 
Allenatori
  • 2013-2014   Cristiano Gagliarducci
  • 2014-2015   Cristiano Gagliarducci (lug.-set.)
      Mario Apuzzo (1ª-8ª)
      Giorgio Galluzzo (9ª-34ª)
  • 2015-2016   Giorgio Galluzzo (1ª-10ª)
      Franco Cioci e   Mauro Taraborelli (11ª-15ª)
      Giuseppe Di Franco (16ª-22ª)
      Mario Palazzi (23ª-34ª)
  • 2016-2017   Giuliano Giannichedda (1ª-32ª)
      Antonello Mattei (33ª-38ª)
 
Presidenti
  • 2013-2015   Alessandro Virzi
  • 2015-2016   Pietro Rosati
  • 2016-2017   Antonio Pezone

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori della S.S. Racing Club Roma

CapitaniModifica

PalmarèsModifica

Competizioni interregionaliModifica

2014-2015 (girone G)

Competizioni regionaliModifica

2013-2014 (girone B)

Altri piazzamentiModifica

Semifinalista: 2014-2015

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Campionati nazionaliModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Lega Pro 2 2015-2016 2016-2017 2
Serie D 1 2014-2015 1

Campionati regionaliModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
I Eccellenza 1 2013-2014 1

Partecipazione alle coppeModifica

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Lega Pro 2 2015-2016 2016-2017 2
Coppa Italia Serie D 1 2014-2015 1
Poule Scudetto 1 2014-2015 1

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica