Apri il menu principale

Lupin III - Il segreto del Diamante Penombra

ottavo special televisivo d'animazione giapponese con protagonista Lupin III.
Lupin III - Il segreto del Diamante Penombra
ルパン三世 トワイライト★ジェミニの秘密
(Rupan Sansei - Towairaito Jemini no himitsu)
Lupin III - Il segreto del Diamante Penombra (DVD Dynit).PNG
Cover del DVD Dynit
Genereazione, commedia
Film TV anime
AutoreMonkey Punch
RegiaGisaburō Sugii
SceneggiaturaHideki Mitsui, Gisaburō Sugii, Naoya Higashi
Char. designMinoru Maeda
MusicheYūji Ōno, Takayuki Negishi
StudioTMS Entertainment
ReteNippon Television
1ª TV2 agosto 1996
Rapporto4:3
Durata92 min
Rete it.Italia 1
1ª TV it.24 ottobre 1999
Dialoghi it.Anna Carinci
Studio dopp. it.Edit S.r.l
Dir. dopp. it.Roberto Del Giudice
Preceduto daLupin III - All'inseguimento del tesoro di Harimao
Seguito daLupin III - Walther P38

Lupin III - Il segreto del Diamante Penombra (ルパン三世 トワイライト★ジェミニの秘密 Rupan Sansei - Towairaito Jemini no himitsu?) è l'ottavo special televisivo giapponese di Lupin III, famoso ladro creato da Monkey Punch, diretto e in parte scritto da Gizaburo Sugii.
È stato trasmesso per la prima volta in Italia il 24 ottobre 1999 su Italia 1 col titolo Lupin III - Una cascata di diamanti, mentre nell'edizione VHS il film assume il titolo Lupin III - Il diamante Penombra.

TramaModifica

Lupin viene convocato dal suo vecchio amico Dolun, un potente boss della mafia francese, il quale, ormai prossimo alla morte, gli consegna la metà di un diamante, il Penombra, che, se riunito all'altra metà, potrebbe condurlo al tesoro perduto della tribù dei Gelthi, distrutta agli inizi del novecento. Lupin quindi si reca in Marocco, dove rimane coinvolto nel conflitto che vede contrapposti i superstiti della tribù, che cercano solo di professare la propria fede in un Paese che li perseguita, e una minoranza di fanatici guidati dal figlio del Grande Saggio, che invece aspira solo a mettere le mani sul tesoro.

A questo si aggiungono l'immancabile Zenigata, il fedele Jigen, l'avida Fujiko, e per finire il samurai Goemon venuto a sfidare a uccidere Sadachiyo, uno dei sicari dei Gelthi ribelli, colpevole di aver infranto il codice d'onore della loro scuola (il doppiaggio italiano usa una voce femminile, per nascondere che Sadachiyo è un uomo che parla in modo effeminato, probabilmente gay; la sua costituzione fisica è tutt'altro che femminea, essendo ben più grosso e robusto di Goemon); in più arriva nientemeno che Jean-Pierre, il capo dell'Interpol; il capo della polizia locale spiega a Zenigata che questi è originario del paese ed appartiene all'etnia che vinse la guerra contro i Gelthi.

Lupin incontra una giovane e bellissima ragazza, di nome Lala, a cui salva la vita quando la polizia tenta di catturarla; Lala appartiene alla tribù Gelthi ed è in contatto con il Grande Saggio in persona; salvato da quest'ultimo dalle sabbie mobili assieme a Lala, Lupin viene a sapere che Dolun era stato lì molti anni prima con la Legione Straniera, ed aveva conosciuto una principessa dei Gelthi iniziando una storia con lei; quando i loro nemici vinsero la guerra spalleggiati dagli inglesi, Dolun ricevette metà del diamante Penombra, e l'altra restò alla donna che la passò ai suoi discendenti, compresa sua nipote Lala che lo porta al collo. In seguito, curiosando tra le carte della polizia insieme a Fujiko, Lupin trova una foto del figlio del Grande Saggio in compagnia di Jean-Pierre quando frequentavano l'università in Francia, e capisce.

Durante lo scontro finale, Lupin rivela a tutti la verità; Jean-Pierre ha deciso di prendere l'identità del suo amico dopo aver appreso la leggenda del diamante per ottenere il tesoro; nella sparatoria che ne segue, il Grande Saggio salva Lala uccidendo il capo dell'Interpol, vendicando il figlio; Goemon perde la spada che vola in alto ma riesce a trafiggere Sadachiyo mettendolo sulla traiettoria della Zantetsuken in caduta. Alla fine, le due metà di Penombra vengono unite per attivare un meccanismo; appare una parete scolpita con una scritta che esorta i Gelthi a riconquistare l'orgoglio etnico e l'antica gloria, partendo da se stessi; non vedendo tesori, l'infuriata Fujiko dà un calcio alla scritta e la fa crollare, scoprendo un grande tesoro in diamanti, e Lupin commenta che i Gelthi antichi avevano uno strano senso dell'umorismo. Lupin parte senza aver preso niente tranne la sua metà del Penombra, e torna dal commovente Dolun per restituirgliela e informarlo che la nipote Lala sta bene.

DoppiaggioModifica

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Lupin III Kan'ichi Kurita Roberto Del Giudice
Daisuke Jigen Kiyoshi Kobayashi Sandro Pellegrini
Fujiko Mine Eiko Masuyama Alessandra Korompay
Goemon Ishikawa Makio Inoue Antonio Palumbo
Ispettore Koichi Zenigata Gorō Naya Rodolfo Bianchi
Lala Aya Hisakawa Stella Musy
Pierre Gundam (in originale Jean-Pierre) Takayuki Sugō Massimo Gentile

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora dello special è stata composta da Yūji Ōno.

  • Lupin The Third Twilight Gemini Original Soundtrack
    1. Dorune's Room
    2. Rupan Sansei no Theme '96
    3. Attack by Train
    4. Beautiful Girl Lala
    5. Distant Wind
    6. Lupin & Fujiko
    7. Old Officer Blutokarie
    8. Hitman Sadachiyo
    9. Old Woman's Recollection
    10. Escaping
    11. Chief John's Headquarters
    12. Senior Son's Gal
    13. Rescue Lala!
    14. Geld under Martial Law
    15. Archbishop's Puzzle
    16. Desert
    17. Far Wind
    18. No Bottom in the Quicksand for Two People
    19. Twilight Gemini's Secret
    20. Closing My Eyes Could Help You Say
    21. John's True Appearance
    22. Confrontation between Goemon and Sadachiyo
    23. Geld's Treasure Sanctuary
    24. Tsuki to taiyō no meguri
    25. Cross One Hundred Years

Edizioni home videoModifica

VHSModifica

Lo special è uscito in VHS nel novembre 1999 edito da Medusa Video col titolo "Il diamante Penombra". Rispetto all'edizione televisiva vi sono le scene lì censurate, ma il doppiaggio è lo stesso, presentando quindi le stesse censure audio sul fatto che il personaggio Sadachiyo sia in realtà gay.

DVDModifica

La stessa edizione VHS è stata edita in DVD da Dynit il 28 luglio 2004, per poi essere ristampata il 16 luglio 2008 dalla Yamato Video. Il film è stato anche ristampato per le edicole, è infatti uscito varie volte con DeAgostini e il 24 febbraio 2012 con La Gazzetta dello Sport.

Blu-ray DiscModifica

In Giappone il film è stato rimasterizzato in alta definizione e venduto in formato Blu-ray Disc all'interno della raccolta LUPIN THE BOX - TV Special BD Collection (LUPIN THE BOX ~ TV スペシャルBDコレクション~?).

Collegamenti esterniModifica