Apri il menu principale

Lushnjë

cità albanese
Lushnjë
comune
Lushnjë – Stemma
Lushnjë – Veduta
Localizzazione
StatoAlbania Albania
PrefetturaFier
Territorio
Coordinate40°56′N 19°42′E / 40.933333°N 19.7°E40.933333; 19.7 (Lushnjë)Coordinate: 40°56′N 19°42′E / 40.933333°N 19.7°E40.933333; 19.7 (Lushnjë)
Altitudine17 m s.l.m.
Superficie372,72 km²
Abitanti83 659[2] (cens. 2011)
Densità224,46 ab./km²
FrazioniDushk, Golem, Ballagat, Hyshjokaj, Karbunarë, Fier Shegan, Allkaj, Krutje, Bubullimë, Kolonjë
Comuni confinantiRrogozhinë, Peqin, Divjakë, Fier, Roskovec, Belsh
Altre informazioni
LingueAlbanese
Cod. postale9001[1]
Fuso orarioUTC+1
TargaLU
Nome abitantiMyseqar, Lushnjar
Cartografia
Mappa di localizzazione: Albania
Lushnjë
Lushnjë
Sito istituzionale

Lushnjë è un comune albanese situato nella prefettura di Fier, nella parte centro-occidentale dell'Albania.

In seguito alla riforma amministrativa del 2015, sono stati accorpati a Lushnjë i ex-comuni di Allkaj, Ballagat, Bubullimë, Dushk, Fier-Shegan, Golem, Hysgjokaj, Karbunarë, Kolonjë e Krutje, portando la popolazione complessiva a 83.659 abitanti (dati del censimento 2011).

Museo del Congresso

StoriaModifica

Fondata, secondo la tradizione, da una vedova di nome Salushe, la città attuale conta una popolazione di circa 58.000 abitanti. Come centro abitato Lushnje fu creata nel secolo XV con il nome “Lusme”. La prima documentazione sugli abitanti della città, contati dai turchi, fu pubblicata ufficialmente nel 1431. Myzeqeja contava 33 paesi e 58 famiglie e la città di Lushnje 15 abitazioni e 100 abitanti. Nel 1850 Lushnje prese il suo attuale nome datosi in regalo da una vedova di nome Salushe. La città cominciò a distinguersi come una vera città a cominciare dal 1970 quando si staccò da Berat. Nel gennaio 1920, Lushnjë era il luogo del Congresso di Lushnjë. I delegati assemblati nella città e hanno dichiarato Tirana capitale dell'Albania.

 
I delegati del Congresso - gennaio 1920

I primi dati ufficiali albanesi sugli abitanti della città vennero pubblicati nel 1923, contava 28.348, nel 1939 invece ne contava 46.420. Dal 1924 al 1939 ci fu una crescita di 18.000 abitanti. Durante questi 15 anni in città si insediarono 500 famiglie kosovare e altre famiglie venute da zone vicine, poche invece le famiglie “çame” originare dal Nord della Grecia, che in quel periodo si insediarono in Albania. La città prese parte anche alla proclamazione della Repubblica Albanese avvenuta nel 1912. Nel 21 gennaio 1920 fu eletta provvisoriamente capitale dell'Albania ed ospitò il Congresso di Lushnjë che scelse definitivamente Tirana come nuova capitale del paese. Nella provincia di Lushnje, a circa otto chilometri dalla città, si trova il Monastero di Ardenica dove si è sposato Giorgio Castriota Scanderbeg, chiamato anche "Atleta di Cristo" in quanto difensore dei valori morali e religiosi cristiani dell'Albania e dell'Europa dall'invasione turca.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Pik Industry shpk

  • Stadio Abdurrahman Roza Haxhiu
  • Monastero di Ardenica
  • Cattedrale ortodossa di San Giorgio
  • Chiesa cattolica di Santa Maria Addolorata
  • Chiesa ortodossa di San Nicola
  • Chiesa ortodossa di San Nicola (Krutje e Siperme)
  • Chiesa ortodossa di San Teodoro
  • Teatro Vaçe Zela
  • Cattedrale cattolica di Santa Teresa di Calcutta
  • Moschea di Lushnjë
  • Museo del Congresso di Lushnjë
  • Museo di Storia Lushnjë
  • Ponte di Kasharaj
  • Ponte di Lunjë

SportModifica

 
Ultras Delegatët

La principale società calcistica cittadina è il Klubi Sportiv Lushnja.

AmministrazioneModifica

Periodo Primo Cittadino Carica
1992-1996 Kujtim Haxhiu Sindaco
1996-1999 Agim Fuga Sindaco
1999-2003 Ylli Myftiu Sindaco
2003-2007 Kadri Gega Sindaco
2007-2011 Albert Sanxhaku Sindaco
2011-in carica Fatos Tushe Sindaco

GemellaggiModifica

La città di Lushnjë è gemellata con le seguenti città:

SportModifica

Klubi Sportiv Lushnja, squadra di calcio della città di Lushnje

NoteModifica

  1. ^ CAP distretto di Lushnjë, su geopostcodes.com. URL consultato l'08-05-10.
  2. ^ (EN) Population and housing Census 2011 (PDF), su instat.gov.al. URL consultato il 18 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN154949497 · LCCN (ENn98042674 · WorldCat Identities (ENn98-042674
  Portale Albania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Albania