Apri il menu principale

Lust for Life (album Iggy Pop)

album di Iggy Pop del 1977
Lust for Life
ArtistaIggy Pop
Tipo albumStudio
Pubblicazione29 agosto 1977[1]
Durata41:53
Dischi1
Tracce9
GenereRock[1]
Art rock[1]
EtichettaRCA Records
ProduttoreDavid Bowie, Iggy Pop, Colin Thurston
Registrazione1977 a Berlino Hansa Tonstudio
Iggy Pop - cronologia
Album precedente
(1977)
Album successivo
(1979)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 5/5 stelle
Onda Rock[2] Consigliato
Piero Scaruffi[3] 6/10
Robert Christgau[4] A-

Lust for Life è il secondo album del cantante statunitense Iggy Pop, pubblicato il 29 agosto 1977 per l'etichetta discografica RCA Records.[1]

Indice

Il discoModifica

Le sessioni di registrazione di Lust for Life si svolsero dopo la fine del tour di supporto all'album precedente The Idiot, che si era concluso il 16 aprile 1977.[5][6] Riguardo al disco, a posteriori Pop dichiarò: «Io e David eravamo decisi a registrare quell'album in maniera molto veloce, cosa che facemmo, mixaggio compreso, in appena otto giorni, e dato che l'avevamo fatto così velocemente, ci avanzarono un sacco di soldi, che ci dividemmo».[7]

Bowie, Pop e l'ingegnere del suono Colin Thurston produssero Lust for Life sotto lo pseudonimo "Bewlay Bros." (nome ispirato alla traccia finale del disco di Bowie Hunky Dory).[5] Le sedute ebbero luogo all'Hansa Studio by the Wall di Berlino ovest e videro la presenza di Ricky Gardiner e Carlos Alomar alla chitarra con Hunt e Tony Sales alla batteria e al basso rispettivamente. Con Bowie alla tastiera e ai cori, il gruppo includeva tre quarti dei futuri Tin Machine.[5][8] La foto di copertina è opera di Andy Kent, autore anche di quella di The Idiot.[5]

La prima traccia del disco, Lust for Life, ha riacquistato successo dopo essere stata utilizzata nel film Trainspotting del 1996. In seguito è stata invece inserita alla posizione 149 della classifica delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone.[9]

TracceModifica

  1. Lust for Life – 5:13 (testo: Iggy Pop – musica: David Bowie)
  2. Sixteen – 2:26 (Iggy Pop)
  3. Some Weird Sin – 3:42 (testo: Iggy Pop – musica: David Bowie)
  4. The Passenger – 4:44 (testo: Iggy Pop – musica: Ricky Gardiner)
  5. Tonight – 3:39 (testo: Iggy Pop – musica: David Bowie)
  6. Success – 4:25 (testo: Iggy Pop – musica: David Bowie, Ricky Gardiner)
  7. Turn Blue – 6:56 (testo: Iggy Pop, Walter Lacey – musica: David Bowie, Warren Peace)
  8. Neighborhood Threat – 3:25 (testo: Iggy Pop – musica: David Bowie, Ricky Gardiner)
  9. Fall in Love with Me – 6:30 (testo: Iggy Pop – musica: David Bowie, Hunt Sales, Tony Sales)

FormazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (EN) Mark Deming, Lust for Life, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 16 agosto 2013.
  2. ^ Iggy Pop - biografia, recensioni, discografia, foto, su Onda Rock. URL consultato il 16 agosto 2013.
  3. ^ Piero Scaruffi, The History of Rock Music. Stooges: biography, discography, reviews, links, su scaruffi.com. URL consultato il 16 aprile 2017.
  4. ^ (EN) Robert Christgau, Robert Christgau: CG: Iggy Pop, su robertchristgau.com.
  5. ^ a b c d Nicholas Pegg (2000). The Complete David Bowie: pp.383-384
  6. ^ Paul Trynka (2007). Iggy Pop: Open Up and Bleed: pp.263-272
  7. ^ Joe Ambrose (2004). Gimme Danger: The Story of Iggy Pop: p.173
  8. ^ David Buckley (1999). Strange Fascination - David Bowie: The Definitive Story: p.451
  9. ^ (EN) Iggy Pop, 'Lust for Life' - 500 Greatest Songs of All Time, su rollingstone.com, Rolling Stone. URL consultato il 2 febbraio 2015.

Collegamenti esterniModifica