Apri il menu principale
Lys
Torrente Lys.JPG
StatoItalia Italia
RegioniValle d'Aosta Valle d'Aosta
Lunghezza38,2 km[1]
Portata media25 m³/s
Bacino idrografico280 km²[1]
Altitudine sorgente2 500 m s.l.m.
NasceMonte Rosa
SfociaDora Baltea
45°35′29.26″N 7°47′32.23″E / 45.59146°N 7.792285°E45.59146; 7.792285Coordinate: 45°35′29.26″N 7°47′32.23″E / 45.59146°N 7.792285°E45.59146; 7.792285

Il Lys (Liisu in Greschòneytitsch; Lyesu in Éischemtöitschu; Lys in tedesco) è un torrente della Valle d'Aosta, affluente in sinistra idrografica della Dora Baltea.

Indice

PercorsoModifica

 
Lo sbarramento di Guillemore, parte della centrale CVA di Issime, che separa simbolicamente l'alta valle dalla bassa valle del Lys

Nasce dal Monte Rosa e più precisamente dal ghiacciaio del Lys, alle falde della Piramide Vincent (4215 m); percorre la Valle del Lys e va a confluire in sinistra idrografica nella Dora Baltea a Pont-Saint-Martin.
È costeggiato dalla strada della valle omonima.

Poco prima della confluenza è attraversato dal Pont Saint-Martin, di epoca romana, la cui costruzione, a seconda delle fonti, viene fatta risalire al 120 a.C. oppure al 25 a.C. Il ponte, che poggia sulla viva roccia da entrambi i lati, ha una sola arcata di 20 metri di altezza ed è lungo 35 metri. [2]

Lungo il suo corso il Lys è sfruttato per produrre di energia idroelettrica. In località Grand Praz si trova la Centrale idroelettrica di Issime[3], mentre la Centrale idroelettrica di Zuino si trova nel comune di Gaby ma lo sbarramento sul Lys che l'alimenta è in località Bieltchucken, nel comune di Gressoney-Saint-Jean.[4] Nel comune di Gressoney-Saint-Jean alimenta anche la centrale di Sendren.[5]

Principali affluentiModifica

In sinistra idrografica:

  • torrente Avan-cir,
  • torrente Giassit,
  • torrente Loo,
  • torrente di Mos,
  • torrente Niel,
  • torrente Pacoulla,
  • torrente Tourrison.

In destra idrografica:

  • rû de Nantay,
  • torrente Stolen,
  • torrente Valbounu.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Piano delle acque, Regione Valle d'Aosta, estratto on-line in .pdf su www.regione.vda.it (consultato nel marzo 2010)
  2. ^ Sito istituzionale della Regione Valle d'Aosta, su regione.vda.it. URL consultato il novembre 2009.
  3. ^ CVA, Centrale di Issime, su cva-ao.it. URL consultato il 1º novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).
  4. ^ CVA, Centrale di Zuino, su cva-ao.it. URL consultato il 1º novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).
  5. ^ CVA, Centrale di Sendren, su cva-ao.it. URL consultato il 1º novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Valle d'Aosta: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Valle d'Aosta