Apri il menu principale
Lyskamm Orientale
Lyskamm Orientale.JPG
Il Lyskamm Orientale visto dal Lyskamm Occidentale
StatiItalia Italia
Svizzera Svizzera
RegioneValle d'Aosta Valle d'Aosta
Vallese Vallese
Altezza4 527 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate45°55′22.53″N 7°50′06.01″E / 45.922925°N 7.835004°E45.922925; 7.835004Coordinate: 45°55′22.53″N 7°50′06.01″E / 45.922925°N 7.835004°E45.922925; 7.835004
Data prima ascensione19 agosto 1861
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Lyskamm Orientale
Lyskamm Orientale
Mappa di localizzazione: Alpi
Lyskamm Orientale
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Pennine
SottosezioneAlpi del Monte Rosa
SupergruppoGruppo del Monte Rosa
GruppoCatena Breithorn-Lyskamm
CodiceI/B-9.III-A.1

Il Lyskamm Orientale (4.527 m s.l.m. - Ostliche Lyskamm in tedesco) è la vetta più alta del Lyskamm nel massiccio del Monte Rosa. Si trova lungo la linea di confine tra l'Italia (Valle d'Aosta) e la Svizzera (Canton Vallese).

CaratteristicheModifica

 
Versante nord della vetta.

Il Lyskamm Orientale è collegato al Lyskamm Occidentale da un sottile filo di cresta che si abbassa fino a quota 4.417 m. Sul versante sud (italiano) del Lyskamm Orientale si erge il caratteristico Naso del Lyskamm.

Prime ascensioniModifica

La prima ascensione fu compiuta il 19 agosto 1861 per la cresta sud-est da un gruppo di alpinisti composto da J.F. Hardy, A.C. Ramsay, F. Sibson, T. Rennison, J.A. Hudson, William Edward Hall, C.H. Pilkington e R.M. Stephenson con Jean-Pierre Cachat, Franz Josef Lochmatter (1825–1897)[1], Karl Herr, Stefan Zumtaugwald, Peter e Josef-Marie Perren.[2]

La prima traversata dei Lyskamm dal colle del Felik al colle del Lys fu compiuta il 16 agosto 1864 da Leslie Stephen e Edward N. Buxton con Jakob Anderegg e Franz Biner, in occasione della prima ascensione del Lyskamm Occidentale, dopo la quale gli alpinisti traversarono al Lyskamm Orientale.[3].[4]

Salita alla vettaModifica

La salita al Lyskamm Orientale avviene normalmente partendo dal Colle del Lys raggiungibile dal versante italiano passando dalla Capanna Giovanni Gnifetti, dal Rifugio Città di Mantova o dal Bivacco Felice Giordano al Balmenhorn e dal versante svizzero dalla Monte Rosa Hütte. Dal colle si tratta di salire l'aerea cresta orientale particolarmente affilata ed incorniciata e che raggiunge pendenze fino a 45 gradi.

Numerose sono le vie di salita alternative per raggiungere la vetta:

  • Partendo dal Lyskamm Occidentale e percorrendo il sottile filo di cresta che unisce le due vette.
  • Seguendo la Cresta Sella che parte dal Passo del Naso (il colle che separa il Naso del Lyskamm dal Lyskamm Orientale).
  • Scendendo sul Ghiacciaio del Grenz e poi risalendo la parete nord della montagna.

NoteModifica

  1. ^ Christian Imboden, Berge: Beruf, Berufung, Schicksal. Die St. Niklauser Bergführer als Wegbereiter des internationalen Alpinismus, Rotten Verlag, Visp, 2013 (ISBN 3-907624-48-3), p. 74 et 169 e J. Ruppen, V. Summermatter, St. Niklaus: Familienstatistik und Chronik der Gemeindeverwaltung St. Niklaus, Sankt Niklaus, 1975, Familienstatistik 2
  2. ^ Saglio e Boffa, p. 148.
  3. ^ Saglio e Boffa, p. 138.
  4. ^ (EN) Lyskamm, summitpost.org, 10 maggio 2011. URL consultato il 10 novembre 2012.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica