Más País (in italiano: Più Paese) è un partito politico spagnolo fondato da Íñigo Errejón in vista delle elezioni generali in Spagna del novembre 2019.[1]

Más País
LeaderÍñigo Errejón
StatoBandiera della Spagna Spagna
AbbreviazioneMP
Fondazione25 settembre 2019
IdeologiaProgressismo
Ecosocialismo
Ecofemminismo
CollocazioneSinistra
CoalizioneSumar
Seggi Congresso
3 / 350
Seggi Senato
2 / 266
Sito webmaspais.es/

La piattaforma, che trae le sue origine dal movimento locale "Más Madrid", è stata annunciata il 22 settembre 2019 ed è stata ufficialmente lanciata il 25 settembre, per prevenire l'insoddisfazione degli elettori di centrosinistra dopo il fallimento del processo di formazione del governo tra il PSOE e Unidas Podemos, che potrebbe tradursi in un tasso di astensione più elevato. Sarà affiancato da altri partiti regionali come Coalició Compromís e Unione Aragonese.[2][3]

Il 26 settembre, la piattaforma raggiunge un accordo provvisorio con Equo al fine di correre congiuntamente in alcuni collegi elettorali, scelta successivamente ratificata dalla maggioranza dei membri del partito. Il 27 settembre, si aggiungono Óscar Urralburu e María Giménez, i due soli membri eletti da Podemos nell'assemblea regionale di Murcia, che successivamente hanno lasciato Podemos e i loro seggi regionali in polemica con il leader nazionale Pablo Iglesias Turrión. La piattaforma non si presenta in tutte le circoscrizioni elettorale, e alle elezioni del 10 novembre ottiene il 2,48% e 3 seggi, insufficienti per formare un gruppo parlamentare.

Risultati Elettorali

modifica
Congresso dei deputati[4]
Anno Voti % Seggi
Novembre 2019 599 108 2,48
3 / 350
  1. ^ (ES) Errejón ya tiene marca para presentarse a las elecciones: concurrirá el 10 de noviembre con Más País, in eldiario.es, 25 settembre 2019. URL consultato il 25 settembre 2019.
  2. ^ (ES) El partido de Errejón decide presentarse el 10-N, in El País, 22 settembre 2019. URL consultato il 23 settembre 2019.
  3. ^ (ES) Errejón se presenta al 10-N y promete poner sus diputados al servicio de un gobierno progresista, in El País, 25 settembre 2019. URL consultato il 25 settembre 2019.
  4. ^ (ES) Ediciones EL PAÍS, Resultados Electorales en Total España: Elecciones Generales 2019, su EL PAÍS. URL consultato il 12 novembre 2019.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica