Apri il menu principale

Mérida Unión Deportiva

società calcistica spagnola
Mérida Unión Deportiva
Calcio Football pictogram.svg
Romanos
Pecholatas
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco, nero
Dati societari
Città Mérida
Nazione Spagna Spagna
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Spain.svg FEF
Campionato Tercera División
Fondazione 1990
Scioglimento2013
Stadio Romano
(14.600 posti)
Sito web www.meridaud.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Mérida Unión Deportiva era una società calcistica spagnola con sede nella città di Mérida, nella comunità autonoma dell'Estremadura.

StoriaModifica

Il Mérida Unión Deportiva è stato fondato nel 2000 dopo il fallimento del CP Mérida, che era stato fondato nel 1912 come Emeritense Sportiva e aveva disputato anche la Primera División.

Alla fine, la squadra riserve del club il Mérida Promesas, nato nel 1990, cambiò il suo nome di Unión Deportiva, andando a prendere posto del Club Polideportivo come squadra principale della città. Essendo una squadra riserve, aveva disputato quasi sempre la Tercera División, ma negli ultimi anni era riuscito ad arrivare in Segunda División B, prima di ritornare in Tercera División nel 2009.

Nomi del ClubModifica

  • UD Mérida Promesas(1990–2000)
  • UD Mérida(2000–2005)
  • Mérida UD(2005–2013)

StagioniModifica

Stagione Divisione Posizione Coppa del Re
1990/91 Categorias Regionales
1991/92
1992/93 10ª
1993/94
1994/95
1995/96
1996/97
1997/98
1998/99
1999/00
Stagione Divisione Posizione Coppa del Re
2000/01
2001/02 2ªB
2002/03 2ªB 13ª Primo turno
2003/04 2ªB 18ª
2004/05
2005/06 2ªB Secondo turno
2006/07 2ªB 15ª
2007/08 2ªB
2008/09 2ªB Secondo turno
2009/10 Terzo turno

StadioModifica

Il Mérida giocava le sue partite casalinghe allo stadio Romano, che ha una capacità di 14.600 spettatori.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1999-2000, 2004-2005, 2018-2019

NoteModifica


Collegamenti esterniModifica