Müstair

comune svizzero

Müstair ([myˈʃtaɪ̯r][?·info], toponimo romancio; in tedesco Münster, ufficiale fino al 1943, desueto; in italiano Monastero, desueto[1]) è una frazione di 764 abitanti e il capoluogo del comune svizzero di Val Müstair, nella regione Engiadina Bassa/Val Müstair (Canton Grigioni).

Müstair
frazione
Müstair – Stemma
Müstair – Veduta
Müstair – Veduta
Vista aerea dell'abitato con il monastero di San Giovanni
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden.svg Grigioni
RegioneEngiadina Bassa/Val Müstair
ComuneVal Müstair
Territorio
Coordinate46°37′00″N 10°27′00″E / 46.616667°N 10.45°E46.616667; 10.45 (Müstair)
Altitudine1 273 m s.l.m.
Superficie7 774 km²
Abitanti764 (2007)
Densità0,1 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale7537
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3843
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Müstair
Müstair
Sito istituzionale

Geografia fisicaModifica

Müstair è situato in Val Monastero, sul lato sinistro del rio Ram, geograficamente appartenente al bacino idrologico del fiume Adige; dista 70 km da Merano e 128 km da Coira. Il punto più elevato è la Cima la Casina (in romancio Piz Murtaröl; 3 180 m s.l.m.), sul confine con Valdidentro.

StoriaModifica

 
Il territorio del comune di Müstair prima degli accorpamenti comunali del 2009

Già comune autonomo istituito nel 1854 e che si estendeva per 77,74 km², il 1º gennaio 2009 è stato accorpato agli altri comuni soppressi di Fuldera, , Santa Maria Val Müstair, Tschierv e Valchava per formare il nuovo comune di Val Müstair[1][2].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Il monastero di San Giovanni

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti[3]

Lingue e dialettiModifica

% Ripartizione linguistica (gruppi principali)[4]
24,7% madrelingua tedesca
0,7% madrelingua portoghese
72,9% madrelingua romancia

ReligioneModifica

A differenza dell'alta Val Monastero, riformata, la popolazione di Müstair professa la religione cattolica[1].

Infrastrutture e trasportiModifica

Le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Malles Venosta (12 km), sulla ferrovia della Val Venosta, e di Zernez (38 km) della Ferrovia Retica, sulla linea Pontresina-Scuol.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Paul Eugen Grimm, Müstair, in Dizionario storico della Svizzera, 9 dicembre 2016. URL consultato il 26 luglio 2021.
  2. ^ (DERM) Sito istituzionale del comune di Val Müstair, su cdvm.ch. URL consultato il 26 luglio 2021.
  3. ^ Dizionario storico della Svizzera
  4. ^ [Ritratti comunali dell'Ufficio federale di statistica 2000[senza fonte]]

BibliografiaModifica

  • Padrot Nolfi, Das bündnerische Münstertal, Berna 1969.
  • Iso Müller, Geschichte des Klosters Müstair, Desertina-Verlag, Disentis 1978.
  • Crispin Foffa, Val Müstair, 2003.
  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN145396371 · LCCN (ENn78068617 · GND (DE4101727-4 · BNF (FRcb150110756 (data) · J9U (ENHE987007547846505171 · WorldCat Identities (ENlccn-n78068617
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera