Apri il menu principale
Etichetta "Made for iPhone"

MFi Program è un sistema di cessione di licenze creato da Apple per certificare le periferiche compatibili con i prodotti iPod, iPhone e iPad.[1] Le tecnologie incluse nel programma comprendono AirPlay, CarPlay, HomeKit e Lightning.[2] Sebbene gli auricolari non ricadano nel programma, sono disponibili in commercio apparecchi acustici che utilizzano Bluetooth e dispongono della certificazione MFi.[3]

Gli accessori compatibili con i dispositivi Apple presentano una etichetta "Made for" seguita dal nome del prodotto, che appare in forma stilizzata.[1] Nel 2018 i simboli che rappresentano i dispositivi sono stati sostituiti dal logo Apple.[4]

Originariamente il programma di certificazione, lanciato nel gennaio 2005, era ristretto ai prodotti della linea iPod, da cui il nome "Made for iPod".[5]

Il programma non si applica per gli altri accessori non connessi elettronicamente ai dispositivi Apple. Le custodie per iPod, iPhone e iPad devono tuttavia proteggere il dispositivo da una caduta fino a 1 m di altezza su una superficie rigida, in qualunque orientamento, e non devono interferire con l'acustica, il flash o i sensori del dispositivo. Alcuni materiali sono espressamente vietati per tali prodotti.[6]

Nel 2017 Google ha annunciato un programma simile denominato "Made for Google" ideato per i Google Pixel.[7]

NoteModifica

  1. ^ a b Informazioni sugli accessori per iPhone, iPad e iPod, su Supporto Apple, 13 febbraio 2015.
  2. ^ (EN) MFi Frequently Asked Questions, su mfi.apple.com.
  3. ^ Apparecchi acustici “Made for iPhone”, su Accessibilità Apple.
  4. ^ (EN) Apple Changes MFi Logo – Manufacturers Have 90 Days to Respond, su ChargerLab, 10 marzo 2018. URL consultato il 10 marzo 2018 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2018).
  5. ^ (EN) Jeremy Horwitz, Made for iPod central information hub, su iLounge, 30 gennaio 2005.
  6. ^ (EN) Designing Cases for iPod, iPhone, and iPad, su Apple Developer.
  7. ^ (EN) Sean O'Kane, Google launches a ‘Made for Google’ certified accessories program, su The Verge, 4 ottobre 2017.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple