Ma Xiaochun

Ma Xiaochun
Nazionalità Cina Cina
Go GO game.png
Categoria 9 dan
 

Ma Xiaochun[1] (馬暁春S, Mǎ XiǎochūnP; Zhejiang, 26 agosto 1964) è un goista cinese.

BiografiaModifica

Nato A Zhejiang[2] Iniziò a giocare a Go all'età di nove anni e nel 1982 fu promosso 7 dan. L'anno seguente divenne 9 dan in seguito alla vittoria del World Amateur Go Championship.[3][2]

In seguito a questi successi divenne un giocatore professionista e da allora si è aggiudicato 54 tornei, primo posto di sempre per i giocatori cinesi. In particolare ha difeso il titolo di Mingren per 13 anni consecutivi, seconda prestazione di sempre in un singolo torneo dopo le 16 conquiste del Paewang da parte di Cho Hunhyun[4]

TitoliModifica

Nazionali
Tornei Vittorie Finalista
Guoshou 2 (1982, 1985) 1 (1983)
National Go Individual 5 (1982, 1984, 1986, 1987, 1991) 2 (1980, 1981)
New Sports Cup 2 (1984, 1985) 1 (1986)
Tianyuan 4 (1987, 1994–1996) 3 (1988, 1992, 1997)
Mingren 13 (1989–2001) 1 (2002)
CCTV Cup 6 (1989, 1991-1992, 1994-1995, 2002) 3 (1993, 1998, 2001)
Shiqiang 2 (1990, 1992) 3 (1989, 1991, 1993)
Qiwang 4 (1991, 1993-1995) 1 (2000)
Da Guoshou 2 (1993, 1994)
Longshan 1 (1995)
Rongguan Cup 1 (1995)
Bawang Cup 1 (1996) 1 (1997)
Youqing Cup 1 (1996) 2 (1995, 1997)
Delong Yiye Cup 2 (1997-1998)
Ahan Tongshan Cup 1 (1999) 1 (2001)
Qisheng 1 (1999)
Lebaishi Cup 1 (2000)
Weifu Fangkai Cup 1 (2007)
Totale 47 22
Continentali
Agon Cup Cina Giappone 1 (2000)
Tengen Cina-Giappone 3 (1994–1996)
Meijin Cina-Giappone 2 (1992, 1994) 4 (1989-1991, 1993)
Totale 5 5
Internazionali
Tong Yang Cup 1 (1995) 1 (1996)
Fujitsu Cup 1 (1995) 2 (1996, 1999)
Asian TV Cup 1 (1998)
Samsung Cup 1 (1998)
LG Cup 1 (1999)
Chunlan Cup 1 (2000)
Totale 2 7
Totale in carriera
Totale 54 34

NoteModifica

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Ma" è il cognome.
  2. ^ a b Ma Xiaochun, su gobase.org. URL consultato il 24 giugno 2011.
  3. ^ Ma Xiaochun 9p, su gogameworld.com. URL consultato il 24 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  4. ^ Yonghe Zhang, Consecutive Title Myth, su gogameworld.com. URL consultato il 24 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
Controllo di autoritàVIAF (EN55942244 · ISNI (EN0000 0000 6391 2251 · LCCN (ENn99026568 · WorldCat Identities (ENlccn-n99026568