Apri il menu principale

Macrozamia montana

DescrizioneModifica

È una cicade con fusto in prevalenza sotterraneo, con diametro di 25-45 cm.[2]

Le foglie, pennate, lunghe 1-2 m, sono disposte a corona all'apice del fusto e sono rette da un picciolo lungo 6-15 cm; ogni foglia è composta da 35-70 paia di foglioline lanceolate, con margine intero e apice spinoso, lunghe mediamente 20-35 cm, di colore verde brillante.

È una specie dioica con esemplari maschili che presentano coni terminali fusiformi, lunghi 35-40 cm ed esemplari femminili con coni di forma ovoidale lunghi 25-35 cm.

I semi sono grossolanamente ovoidali, lunghi 33-42 mm, ricoperti da un tegumento di colore rosso.

Distribuzione e habitatModifica

La specie è diffusa in una ristretta area del Nuovo Galles del Sud nord-orientale (Australia).[1]

ConservazioneModifica

La IUCN Red List classifica M. montana come specie a rischio minimo (Least Concern)[1].
La specie è inserita nella Appendice II della Convention on International Trade of Endangered Species (CITES)[3].

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Macrozamia montana, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ Whitelock 2002, pp. 269.
  3. ^ CITES - Appendices I, II and III (PDF), in Convention On International Trade In Endangered Species Of Wild Fauna And Flora, International Environment House, 2011 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2013).

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica