Magia verde

film documentario del 1953 diretto da Gian Gaspare Napolitano
Magia verde
Paese di produzioneItalia
Anno1953
Durata85 min
Dati tecniciFerraniacolor
Generedocumentario
RegiaGian Gaspare Napolitano
SceneggiaturaAlfredo Palácios, Mário Aldrá e Gian Gaspare Napolitano
ProduttoreLeonardo Bonzi
FotografiaMario Craveri
MontaggioJosé Cañizares e Mario Serandrei
MusicheAngelo Francesco Lavagnino
ScenografiaPietro Maria Bardi

Magia verde è un film italiano[1] del 1953 diretto da Gian Gaspare Napolitano.

TramaModifica

Viaggio attraverso il Sud America da parte della troupe del Conte Leonardo Bonzi e di Gian Gaspare Napolitano.

CuriositàModifica

Celebre è la scena di un bovino divorato dai pirana. Per ottenere la miglior ripresa la scena fu girata varie volte e sacrificati vari bovini.

Circola una leggenda metropolitana che dice che alcuni indigeni vendettero un loro anziano parente (destinato a poco comunque alla morte) affinché venisse divorato da un boa e la cosa filmata per il documentario. La scena iniziò ma qualcuno della troupe ebbe rimorsi di coscienza sparando all'animale e il vecchio fu restituito ai suoi parenti.

In seguito al successo nel globo del film Mondo cane di Gualtiero Jacopetti, Franco Prosperi e Paolo Cavara il film, considerato un anticipatore del boom dei Mondo movie, fu ridistribuito col nuovo titolo Mondo Keaznut.

[2]

Riferimenti nella cultura di massaModifica

Alla leggenda metropolitana dell'anziano che doveva essere divorato da un boa s'ispira un passaggio dell'albo di Mister No intitolato "Cinema crudele".

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Magia verde, su Festival de Cannes. URL consultato il 30 maggio 2020.
  2. ^ Aneddoti e curiosità by Dizionario del Turismo Cinematografico: Quelle storie snuff a proposito di MAGIA VERDE | FilmTV.it, su FilmTV. URL consultato l'11 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema