Apri il menu principale

Maigret e l'informatore

romanzo scritto da Georges Simenon
(Reindirizzamento da Maigret et l'indicateur)
Maigret e l'informatore
Titolo originaleMaigret et l'indicateur
AutoreGeorges Simenon
1ª ed. originale1971
1ª ed. italiana1991
GenereRomanzo
SottogenereGiallo
Lingua originalefrancese
SerieRomanzi con Maigret protagonista
Preceduto daMaigret e l'uomo solo
Seguito daMaigret e il signor Charles

Maigret e l'informatore (titolo originale francese Maigret et l'indicateur) è un romanzo di Georges Simenon con protagonista il commissario Maigret.

Il romanzo è stato scritto dal 5 all'11 giugno 1971 a Epalinges in Svizzera e pubblicato per la prima volta il 30 ottobre dello stesso anno in Francia presso l'editore Presses de la Cité.

È il settantaquattresimo romanzo dedicato al celebre commissario.

Junot avenue - Parigi

Indice

TramaModifica

Maurice Marcia, proprietario di un ristorante di fama a Parigi, viene trovato assassinato in Avenue Junot, dove il suo corpo è stato chiaramente trasportato da altro luogo del delitto. L'ispettore Louis, del quartiere dove si trova il ristorante, viene avvisato da una soffiata anonima che l'omicidio è stato commesso da uno dei fratelli Mori, noti criminali. Questi individui sono infatti ritenuti parte della "banda dei castelli", ladri di antichità in ville e castelli della Francia. Maigret li fa sorvegliare, insieme alla moglie del morto, Line Marcia, che ha detto di non sapere nulla, ma il Commissario dubita di lei e crede che stia mentendo.

EdizioniModifica

Il romanzo è stato pubblicato per la prima volta presso l'editore Presses de la Cité nel 1971.

In Italia è apparso per la prima volta nel 1991, tradotto da Mario Morelli sulla rivista "Panorama" dal 28 luglio all'8 agosto 1991. L'editore della rivista, Mondadori, l'ha poi ripubblicato in volume in qualche collana degli anni novanta[1]. È stato quindi pubblicato presso Adelphi nel 2012, tradotto da Eliana Vicari Fabris, nella collana dedicata al commissario (parte de "gli Adelphi", al n° 407).

Film e televisioneModifica

Esiste un solo adattamento del romanzo per la televisione:

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica