Apri il menu principale

Maithripala Sirisena

politico singalese
Maithripala Sirisena
Maithripala Sirisena (cropped).jpg

Presidente dello Sri Lanka
In carica
Inizio mandato 9 gennaio 2015
Predecessore Mahinda Rajapaksa

Dati generali
Partito politico Alleanza della Libertà del Popolo Unito
(dal 2004)
Nuovo Fronte Democratico
(2014-2015)
Alleanza del Popolo
(1994-2004)

Maithripala Sirisena, il cui nome completo è Pallewatte Gamaralalage Maithripala Yapa Sirisena (Ganemulla, 3 settembre 1951), è un politico singalese.

Indice

Attività politicaModifica

Ha ricoperto l'incarico di ministro della sanità[1]. È stato eletto presidente dello Sri Lanka il 9 gennaio 2015. Il primo capo di stato che ha ricevuto in visita è stato Papa Francesco il 13 gennaio 2015, a nemmeno una settimana dalla sua elezione come presidente[2].

Il 27 ottobre 2018 ha destituito il primo ministro Ranil Wickremesinghe sostituendolo con Mahinda Rajapaksa, un controverso uomo politico, già primo ministro dal 2004 al 2005 e presidente dal 2005 al 2015, aprendo una grave crisi politica.[3] Lo stesso giorno ha sospeso il Parlamento per impedire che Wickremesinghe, che sosteneva di avere la maggioranza parlamentare, aveva chiesto un voto di fiducia all'assembele per il 28 ottobre 2018.[4] Il 9 novembre 2018 ha sciolto il Parlamento ed indetto nuove elezioni per il giorno 5 gennaio 2019.[5] Ranil Wickremesinghe ha lamentato l'incostituzionalità del provvedimento, e si è rifiutato di lasciare la residenza di primo ministro a Colombo e tutti i ministri del governo si sono rifiutati di lasciare l'incarico.[6]

Vita privataModifica

Nacque a Yagoda, una frazione di Ganemulla. È sposato con Jayanthi Pushpa Kumari, ha tre figli: due femmine (Chathurika e Dharani) e un maschio (Daham).

NoteModifica

  1. ^ www.ansa.it
  2. ^ Papa in Sri Lanka: "Riconciliazione, solidarietà e pace nel Paese" tgcom24.mediaset.it
  3. ^ (IT) In Sri Lanka c'è una grossa crisi politica, in Il Post, 27 ottobre 2018. URL consultato il 28 ottobre 2018.
  4. ^ Sri Lanka president suspends parliament amid political crisis, su Aljazeera.com, 27 ottobre 2018. URL consultato il 28 ottobre 2018.
  5. ^ (EN) Uditha Jayasinghe, Sri Lanka’s President Disbands Parliament, Calls for Early Election, in WSJ. URL consultato l'11 novembre 2018.
  6. ^ (IT) In Sri Lanka le cose si complicano molto, in Il Post, 10 novembre 2018. URL consultato l'11 novembre 2018.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN317284222 · LCCN (ENn2015251141