Mamma (film 1941)

film del 1941 diretto da Guido Brignone
Mamma
Mamma1.jpg
Carola Höhn ed Emma Gramatica in una foto di scena del film
Titolo originaleMamma
Paese di produzioneItalia, Germania
Anno1941
Durata80 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, musicale
RegiaGuido Brignone
SoggettoGuido Cantini
SceneggiaturaGuido Cantini, Ela Elborg, Georg C. Klaren
Casa di produzioneItala Film
Distribuzione in italianoE.N.I.C.
FotografiaArturo Gallea
MontaggioGiuseppe Fatigati
MusicheEzio Carabella (originali), Giuseppe Verdi (brani da opere), Cesare Andrea Bixio e Cherubini (canzone omonima), dirette da Luigi Ricci
ScenografiaOttavio Scotti
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Mamma è un film del 1941, diretto dal regista Guido Brignone.

TramaModifica

Un celebre tenore ritorna in Italia, presso la mamma, conducendo seco la giovane moglie che ha sposato in America. La donna si annoia nella vita provinciale che deve condurre e ascolta compiaciuta le profferte di un giovane vicino. Ad un certo punto, in seguito ai rimproveri della suocera, ella acconsente addirittura a fuggire con il tentatore. E allora la vecchia signora, per salvare la felicità del figlio che è disperato da tanta sciagura, supplica e scongiura il seduttore a rinunciare alla sua mala impresa. La passione dell'amore materno riesce a ottenere quanto chiede: la donna, pentita, ritorna al marito prima di aver compiuto un gesto irreparabile. Ma la vecchia mamma, colpita da un attacco cardiaco, muore, felice di aver riconciliato la coppia.

ProduzioneModifica

La pellicola venne realizzata negli stabilimenti romani di Cinecittà.

DistribuzioneModifica

Il film fu distribuito nelle sale cinematografiche italiane il 16 febbraio del 1941.

Colonna sonoraModifica

Della colonna sonora si ricorda ancora l'omonima canzone, cantata da Beniamino Gigli nel film (ed in seguito da molti altri celebri cantanti italiani di quel periodo), divenuta molto più famosa del film stesso.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema