Apri il menu principale
Manila Flamini
Manila Flamini camp italiani.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167 cm
Peso 57 kg
Nuoto sincronizzato Synchronized swimming pictogram.svg
Squadra
Aurelia Nuoto
Fiamme Oro
Palmarès
Mondiali 1 2 1
Europei 0 6 7
Europei giovanili 0 4 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 15 luglio 2019

Manila Flamini (Velletri, 18 settembre 1987) è una sincronetta italiana, campionessa del mondo a Budapest nel 2017 e prima medaglia d'oro della storia per il nuoto sincronizzato italiano insieme a Giorgio Minisini.

CarrieraModifica

Agli Europei 2006 di Budapest ha vinto il bronzo nella prova a squadre e nel combinato, mentre agli Europei 2008 di Eindhoven ha vinto le sue prime medaglie d'argento nella prova a squadre e nel combinato. A partire dal 2009 diventa capitano della nazionale italiana di nuoto sincronizzato.[1]

Ai Mondiali 2015 di Kazan' ha vinto il bronzo nell'edizione inaugurale del programma tecnico del duo misto insieme con Giorgio Minisini. Con lo stesso Minisini ha poi vinto l'argento nella stessa specialità ai Campionati europei di nuoto 2016, ed ha ottenuto un altro secondo posto nel programma libero della gara a squadre. Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 si piazza al 5º posto con la squadra italiana. Ai Mondiali 2017 ha vinto uno storico oro nel programma tecnico del duo misto in coppia con Giorgio Minisini. Battendo la Russia, cosa che non era mai riuscita a nessuno.

Il 21 dicembre 2017 ha ricevuto il Premio CILD per le libertà civili.[2]

Terminati i Mondiali di Gwangju 2019, in cui ha vinto due medaglie d'argento nel duo misto insieme a Minisini, ha annunciato il suo ritiro dall'attività agonistica esprimendo il proprio desiderio di diventare madre.[3]

PalmarèsModifica

MondialiModifica

Duo misto tecnico

EuropeiModifica

Combinato
Duo misto
A squadre

NoteModifica

  1. ^ Europei. Squadra di bronzo nel tecnico, su federnuoto.it, 9 maggio 2016. URL consultato il 15 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2016).
  2. ^ Premio CILD a Flamini e Minisini (Federnuoto.it), 21 dicembre 2017. URL consultato il 30 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2018).
  3. ^ Sergio Arcobelli, Sirena Flamini vince l'argento iridato e si ritira «Ora mamma», in il Giornale, 21 luglio 2019. URL consultato il 22 luglio 2019.

Collegamenti esterniModifica