Manlio De Angelis

attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano

Manlio De Angelis (Roma, 9 gennaio 1935Olbia, 3 luglio 2017) è stato un attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista italiano.

BiografiaModifica

De Angelis apparteneva a una famiglia di doppiatori. Era figlio del doppiatore Gualtiero De Angelis, fratello minore del cantante Enrico De Angelis e padre del doppiatori Vittorio De Angelis (morto per un infarto a 52 anni nel 2015) ed Eleonora De Angelis, nonché zio dell’attore e doppiatore Massimiliano Virgilii.

Nel luglio 2006, vinse il premio "Leggio d'oro alla carriera per la direzione del doppiaggio".[1]

DoppiaggioModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

AnimazioneModifica

Direzione del doppiaggioModifica

Oltre ad essere stato sin dagli anni sessanta un prolifico doppiatore, Manlio de Angelis fu molto attivo anche come direttore del doppiaggio. Tra i tanti titoli vi sono: [2] "Always - Per sempre","Agente 007 - Mai dire mai", "Il dittatore del Parador, in arte Jack", "La leggenda del re pescatore", "Dante's Peak - La furia della montagna", "Balle spaziali", "Big Daddy - Un papà speciale", "Blade Runner", "Caccia a Ottobre Rosso", "Chi ha incastrato Roger Rabbit", "Il cliente", "Codice d'onore", "Il fuggitivo", "Frantic", "Gandhi","Il servo di scena", "Il grande freddo", "Hook - Capitan Uncino", "In & out", "La maschera di ferro", "Mission: Impossible 2", "Il Padrino - Parte III", "Un pesce di nome Wanda", "Quei bravi ragazzi", "Una perfetta coppia di svitati", "Pericolosamente insieme", "Salto nel buio", "Top Gun", "Eroi per un amico", "Chi protegge il testimone", "Grido di libertà", "Bigfoot e i suoi amici", "Arrivano i Flodder", "Star Trek IV - Rotta verso la terra", "Ishtar","D.O.A. - Cadavere in arrivo", "Il presidio - Scena di un crimine", "Suspect - Presunto colpevole", "L'ultima battuta", "Appuntamento al buio", "Nikita - La spia senza volto","Intrigo a Hollywood", "Milagro", "Rambo III", "Le cose cambiano", Legami di famiglia", "Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi", "Ho sposato un'aliena", "Non guardarmi: non ti sento", "Un detective... particolare", "Chi è Harry Crumb?", "Vittime di guerra", "Schiavi di New York", "Ritorno al futuro - Parte II", "Indiana Jones e l'ultima crociata", "Palle d'acciaio", "Ho sposato un fantasma", "Uno strano caso", "Gli irriducibili","Karate Kid III - La sfida finale", "Blob - Il fluido che uccide", "Diritto d'amare", "L'ultimo inverno","Aracnofobia", "Dick Tracy", "Giorni di tuono", "Hot spot - Il posto caldo", "Seduttore a domicilio", "Le avventure di Rocketeer", "Billy Bathgate - A scuola di gangster", "Boyx in the Hood", "Il falò delle vanità".

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Il Palmarès 2006, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.
  2. ^ La pagina di Manlio de Angelis, su antoniogenna.net. URL consultato il 28 gennaio 2020.

Collegamenti esterniModifica