Apri il menu principale

StoriaModifica

Le originiModifica

Sembra che il nome della città sia d'origine celto-ligure e derivi dalla radice « man » (montagna/collina), e dal suffisso « asq » (popolazione che abita la località).
Si sa poco sulle sue origini, benché è certo che un centro commerciale esistesse, in epoca romana, là dov'è situata la vecchia città.
Il primo avvenimento riferito alla storia di Manosque è il saccheggio della città dai Saraceni nel 966, in occasione d'una loro sortita in Provenza. La città fu completamente distrutta e gli abitanti si rifugiarono nei cinque villaggi dei dintorni. I due più importanti erano Le Château sul Mont d'Or, e Toutes-Aures, sulla collina dello stesso nome. Montaigu, il più isolato e il più lontano dalla città era ancora abitato nel XVI secolo.

Il Medio EvoModifica

Nel Medioevo Manosque era divisa in quattro quartieri: les Ebréards, le Palais, les Payans e les Martels. Era un centro commerciale fiorente nel XIII secolo con una popolazione di circa 10.000 abitanti. Il clima d'insicurezza nel XIV secolo, con la minaccia delle Grandi Compagnie, costrinse la città a rinforzare le sue porte d'accesso. Fu allora che le porte Saunerie e Soubeyran presero la forma attuale.

Tempi ModerniModifica

Nel XVIII secolo, la città vecchia si allarga verso est per prendere le dimensioni attuali. La città è fortemente colpita dalla diverse epidemie che portano distruzione in Provenza (peste nel 1720, colera nel 1834) in ragione della sua posizione (città di passaggio).

Grosso borgo all'inizio del XX secolo la città cresce notevolmente dagli anni cinquanta agli anni settanta, quadruplicando in trent'anni la sua popolazione.

Geografia fisicaModifica

PosizioneModifica

Situata a sud-ovest del dipartimento delle Alpes-de-Haute-Provence, Manosque è una città costruita su un contrafforte delle colline del Luberon orientale, al di sotto della pianura alluvionale della Durance. Circondata a nord e ovest da colline di cui alcune superano 700 metri d'altezza, essa è tuttavia volta più verso la valle e le maggiori vie di comunicazioni che l'attraversano (autostrada A51, strada nazionale N96, ferrovia). La città è chiusa a nord-est dal Monte d'Oro (530 m) e a sud-est dalla collina di Toutes Aures (470 m).

 
Stazione SNCF di Manosque - Gréoux-les-Bains

StrutturaModifica

La città vecchiaModifica

La città vecchia, a forma di pera, è circondata da viali che hanno sostituito gli antichi bastioni, di cui restano solo alcuni resti. Ne deriva una separazione netta con il resto della città. L'attraversamento di Manosque, dalla porta Soubeyran alla porta Saunerie, dà un'idea delle sue strade tipicamente provenzali, strette e fiancheggiate da alte case. Il centro della città è considerato centro storico.

Architetture religioseModifica

Nella città vecchia si trovano due chiese:

  • Chiesa di Notre-Dame de Romihuphdiesa, di stile romanico situata in Place de l'Hôtel de Ville. In questa chiesa si trova la statua della Madonna nera. Sulla facciata c'è una madonna in marmo di Pierre Puget.In una cappella si trovano un altare, formato da un sarcofago di marmo del IV secolo e una statua in legno (XII secolo): Notre-Dame de Romigier.
  • Chiesa di Saint-Sauveur: chiesa di stile romanico tardo (sec. XII-XIII). Il campanile è caduto in occasione del sisma del 1708.

PiazzeModifica

Le piazze più importanti nella città vecchia sono:

  • Place du Terreau, la più vasta, a sud-ovest del centro.
  • Place de l'Hôtel de Ville, all'incrocio delle quattro vie che si diramano verso le quattro porte della città.
  • Place Marcel Pagnol, tra place de l'Hôtel de Ville e porta Soubeyran.
  • Place Loic Lepé, tra l'avenue du Port Man e la fontana Duqu.

PorteModifica

Quattro porte controllavano l'accesso alla vecchia città:

  • La Porte Saunerie, terminata nel 1382, di stile romanico. È la porta sud del centro antico.
  • La Porte Soubeyran, costruita nel XIV secolo, tranne il campanile che è stato aggiunto nel 1830. È la porta nord del centro antico.
  • La Porte Guilhempierre, distrutta e recentemente ricostruita. È la porta ovest del centro antico.
  • La Porte d'Aubette, distrutta e non ricostruita. È la porta est del centro antico.
 
La porte Saunerie.
 
La porte Soubeyran.
 
La Porte Guillempierre

Edifici di valore artisticoModifica

  • Hôtel de Ville :edificio di stile rinascimentale;
  • École de musique :resti di antichi conventi.
  • Hôtel d'Herbès :biblioteca municipale.
 
Municipio di Manosque.

AmministrazioneModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti

 

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Dizionario delle date, dei fatti, dei luoghi ed uomini storici (a cura di A.L. d'Harmonville, Parigi), Venezia, Premiato Stabil. di G. Antonelli Ed., 1846 - Volume IV, p. 47

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN150032928 · LCCN (ENn82006712 · GND (DE4114976-2 · BNF (FRcb12011146g (data) · WorldCat Identities (ENn82-006712
  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia