Apri il menu principale

Manuel Gallego Suárez-Somonte (Mérida, 22 giugno 1894Madrid, 24 dicembre 1965) è stato un militare spagnolo, tenente generale dell'Ejército del Aire. È noto per essere stato il 15º presidente dell'Atlético Madrid, dal 1941 al 1945, noto in quegli anni col nome di Club Atlético Aviación.

BiografiaModifica

Manuel Gallego è stato un militare spagnolo, dell'Ejército del Aire, nel quale raggiunse il più alto grado in carica. Fu tra l'altro capo della zona aerea del Marocco[1] e della Regione Aerea di Levante.

Il 14 settembre 1939, con l'avvenuta fusione tra Athletic Club de Madrid e Aviación Nacional, entrò a far parte della dirigenza del club,[2] che assunse la denominazione di Atlético Aviación fino al dicembre 1946.

Il 1º marzo 1941, poiché Luis Navarro fu inviato a Roma come addetto aereo presso l'Ambasciata spagnola, Manuel Gallego, che allora ricopriva l'incarico di tenente colonnello, fu nominato presidente. Fu il quarto e ultimo militare ad essere presidente dell'Atlético.

Durante il suo mandato il club, sempre allenato da Ricardo Zamora, vinse il secondo campionato della sua storia (1940-41) e tornò a disputare le partite interne allo stadio Metropolitano.

Il 27 dicembre 1945, essendo nominato capo della zona aerea del Marocco, presentò le proprie dimissioni come presidente e fu sostituito il giorno seguente da Juan Touzón.

Manuel Gallego morì a Madrid nel dicembre del 1965, un anno dopo essere andato in pensione col grado di tenente generale.[3]

NoteModifica

  1. ^ (ES) El suministro de plantas y semillas, abc.es, 22 novembre 1952. URL consultato il 26 maggio 2017.
  2. ^ (ES) El Atlético Aviación da alas a la nostalgia rojiblanca, abc.es, 11 febbraio 1990. URL consultato il 26 maggio 2017.
  3. ^ (ES) Vida academica y cultural, abc.es, 9 luglio 1974. URL consultato il 26 maggio 2017.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie