Apri il menu principale

Marcel Navarro (Lione, 29 marzo 19222 novembre 2004) è stato un editore e fumettista francese fondatore della casa editrice Lug.

BiografiaModifica

Divenne giornalista e iniziò a lavorare a Lione nel 1941; durante la Seconda guerra mondiale combatté nella Resistenza francese; collaborò anche con la casa editrice SAGE di Ettore Carozzo curando l'impaginazione di giornali. Finita la guerra, nel 1945 idea una collana di fumetti settimanale, Les Aventures Fantastiques e scrive diverse sceneggiature; contemporaneamente collabora con Robert Bagage per la serie Z 302. Crea nel 1946 Fantax, disegnato da Pierre Mouchot che ne è anche editore, firmandosi con lo pseudonimo J.K. Melwyn-Nash;[1] nel 1947, sempre con Mouchot, crea le serie a fumetti Big Bill le casseur che venne edito dal 1947 al 1954 quando venne soppressa per l’intervento della censura che la ritiene troppo violenta[2] e Robin des bois; nel 1949 per le edizioni Aventures et Voyages collabora con Jean Cézard per il quale scrive le sceneggiature della serie Brick, che poi divenne Yak.[1]

Fonda a Lione nel 1950 la casa editrice Editions LUG insieme a Auguste Vistel che diverrà famosa per la pubblicazione in un caratteristico formato tascabile famose serie a fumetti italiane come Tex, Zagor, il Grande Blek, Capitan Miki oltre a materiale delle Edizioni Alpe e altro originale realizzato per la Lug anche da autori italiani. Per alcune di queste serie come Il Grande BLek, scriverà anche le sceneggiature.[3] Come autore idea negli anni sessanta la serie tarzanide Zembla, pubblicata oltre che dalla Lug anche in Italia dalla Astra di Cesare Solini;[4][5] nel 1980 la serie a fumetti Mikros che raggiunse una certa fama nel genere dei fumetti con supereroi in Francia. Dopo un periodo di declino delle serie a fumetti tascabili, vendette la casa editrice al gruppo editoriale Semic, ritirandosi in pensione. Morì il 3 novembre 2004.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c FFF - Marcel NAVARRO, su www.lfb.it. URL consultato il 20 maggio 2019.
  2. ^ Big Bill, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 20 maggio 2019.
  3. ^ GRANDE BLEK, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 20 maggio 2019.
  4. ^ Zembla, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 20 maggio 2019.
  5. ^ Super Zembla, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 20 maggio 2019.

BibliografiaModifica

  • Gianni Bono, Guida al fumetto italiano, Epierre, 2003.
Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\LIGV\002826