Apri il menu principale

Marcello Bartolucci

arcivescovo cattolico italiano
Marcello Bartolucci
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
 
TitoloBevagna
(titolo personale di arcivescovo)
Incarichi attualiSegretario della Congregazione delle cause dei santi (dal 2010)
Incarichi ricopertiSottosegretario della Congregazione delle cause dei santi (2007-2010)
 
Nato9 aprile 1944 (75 anni) a Bastia Umbra
Ordinato presbitero9 novembre 1968 dal vescovo Giuseppe Placido Nicolini, O.S.B.
Nominato arcivescovo29 dicembre 2010 da papa Benedetto XVI
Consacrato arcivescovo5 febbraio 2011 da papa Benedetto XVI
 

Marcello Bartolucci (Bastia Umbra, 9 aprile 1944) è un arcivescovo cattolico italiano, dal 29 dicembre 2010 segretario della Congregazione delle cause dei santi.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Bastia Umbra, in provincia di Perugia e allora in diocesi di Assisi, il 9 aprile 1944.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Frequenta gli studi nel Pontificio seminario regionale umbro "Pio XI", laureandosi in teologia. Ottiene il dottorato in sacra teologia presso la Pontificia Università Lateranense, la licenza in diritto canonico presso la Pontificia università "San Tommaso d'Aquino", il diploma di teologia pastorale presso la Pontificia Università Lateranense.

Il 9 novembre 1968 è ordinato presbitero dal vescovo Giuseppe Placido Nicolini.

È dapprima vicario parrocchiale e poi parroco nella parrocchia di Valfabbrica, dal 1968 al 1977. Dal 1970 al 1973 è parroco nella parrocchia di Santa Maria di Lignano, piccola frazione del comune di Assisi.

Presso la diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino è incaricato diocesano della pastorale vocazionale ed assistente diocesano dell'Azione Cattolica; è, inoltre, docente di religione cattolica nelle scuole medie statali inferiori e superiori.

Nel 1977 entra in servizio presso la Congregazione delle cause dei santi, dove ha svolto diverse funzioni. Il 14 luglio 2007 ne è nominato sottosegretario da papa Benedetto XVI[1]; succede a Michele Di Ruberto, precedentemente nominato segretario della stessa congregazione.

Ministero episcopaleModifica

Il 29 dicembre 2010 papa Benedetto XVI lo nomina segretario della Congregazione delle cause dei santi ed arcivescovo titolare di Bevagna[2]; succede a Michele Di Ruberto, dimessosi per raggiunti limiti di età. Il 5 febbraio 2011 riceve l'ordinazione episcopale, con gli arcivescovi Antonio Guido Filipazzi, Savio Hon Tai-Fai, Celso Morga Iruzubieta e Edgar Peña Parra, nella basilica di San Pietro in Vaticano, per imposizione delle mani dello stesso pontefice, coconsacranti i cardinali Angelo Sodano e Tarcisio Bertone.

Il 19 dicembre 2013 è confermato nel suo incarico da papa Francesco[3].

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Nomina del Sotto-Segretario della Congregazione delle Cause dei Santi, su press.vatican.va, 14 luglio 2007. URL consultato il 25 maggio 2019.
  2. ^ Nomina del Segretario e del Sotto-Segretario della Congregazione delle Cause dei Santi, su press.vatican.va, 29 dicembre 2010. URL consultato il 25 maggio 2019.
  3. ^ Conferme nella Congregazione delle Cause dei Santi, su press.vatican.va, 19 dicembre 2013. URL consultato il 25 maggio 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310508583 · GND (DE1054158061 · WorldCat Identities (EN310508583