Apri il menu principale

Marcello Firpo (Mentone, 1876Varages, 1973) è stato un poeta e scrittore francese di lingua italiana e di dialetto mentonasco.

BiografiaModifica

Aderì al movimento culturale della Barna Grande che si occupava della produzione letteraria dei territori italofoni di Mentone e Roccabruna. Collaborò alla rivista letteraria Intemelia con Nino Lamboglia.

Sostenitore dell'italianità dei territori riveraschi della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, accolse con favore la loro occupazione nel 1940 da parte delle truppe italiane. Operò per la riscoperta delle antiche radici culturali italiane di quelle zone.

Nel 1944 fu condannato da un tribunale speciale francese a 7 anni di prigione[1] che scontò nel carcere di Marsiglia.

Fu cantore delle bellezze naturali della sua terra.

NoteModifica

  1. ^ Giulio Vignoli, L'Irredentismo italiano di Nizza e del Nizzardo (1860-1946). Il caso Marcello Firpo, Settimo Sigillo, Roma 2015, III cap.

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Frediani, "La pace separata di Ciano", Bonacci editore, Roma, 1990.
  • Giulio Vignoli, Il Caso Marcello Firpo, Settimo Sigillo, Roma, 2015.
Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 7728 9392 · LCCN (ENno2015098420 · WorldCat Identities (ENno2015-098420